Ambiente

Pesca, 653.630 euro in Puglia: la fetta più grande spetta a Manfredonia

ManfredoniaSi è sbloccato il fermo pesca temporaneo obbligatorio e la fetta più consistente del finanziamento che sta per arrivare in Puglia spetta alla cittadina marittima di Manfredonia, in provincia di Foggia.
La task force, costituita dalla Direzione generale della pesca marittima e dell’acquacoltura, in collaborazione con il Reparto Pesca Marittima del Corpo delle Capitanerie di Porto, dopo aver esaurito le pratiche relative al 2016, ha iniziato la liquidazione dei pagamenti dell’arresto temporaneo del 2017.
Giungono in Puglia 653.630 euro suddivisi tra i compartimenti marittimi di Manfredonia, Barletta e Bari. La fetta più grande del finanziamento approda nel sipontino, a Manfredonia, dove sono interessate ben 145 imbarcazioni per un totale di 368.401 euro (con una media di 2.540 euro). Segue poi il capoluogo pugliese con 252.879 euro per 81 imbarcazioni (3.122 euro per ognuna) e, infine, Barletta con 18 imbarcazioni e 32.350 euro (1.797 euro ad imbarcazione).
“Lo scorso 31 dicembre, dopo la firma di tutti i ministeri competenti, sono state sbloccate le risorse per il pagamento ai lavoratori imbarcati degli indennizzi del fermo pesca 2018, la cui presentazione delle domande di accesso dovrà avvenire entro il prossimo 28 febbraio. Una risposta importante per i nostri pescatori, che garantisce complessivamente 16 milioni di euro al settore, di cui 11 per indennizzare il periodo di fermo obbligatorio”, la dichiarazione dei sindacati.
 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock