Cronaca

Addio a Mimì Romano, è stato tra i “padri” della Regione Puglia. L’ultimo saluto della sua Orsara di Puglia

Orsara di Puglia – “Lo scorso 15 gennaio aveva compiuto 89 anni: oggi tributiamo il nostro ultimo saluto a Mimì Romano, uno degli uomini politici orsaresi più importanti dell’ultimo secolo. A nome di tutta la Comunità di Orsara di Puglia, voglio esprimere il più profondo e partecipato cordoglio ai familiari di Mimì Romano. Se ne va un uomo che ha inciso molto sulla nostra storia, una personalità politica sempre fedele alla sua appartenenza socialista. Addio Mimì“.

Con queste parole, è il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce, a esprimere il cordoglio della sua comunità per la morte di Domenico Romano, meglio conosciuto come ‘Mimì’. Nelle file del Partito Socialista Italiano, era stato dapprima consigliere comunale e consigliere provinciale, poi vicepresidente della Regione Puglia e parlamentare della Repubblica nella nona e undicesima legislatura.

Il mio pensiero va alla moglie e ai quattro figli. A loro vanno le nostre condoglianze“, ha aggiunto Tommaso Lecce. “Mimì Romano lottò affinché Orsara di Puglia fosse giustamente ricompresa tra i comuni cui spettavano gli aiuti per la ricostruzione che seguì ai danni del terremoto del 1980“, ricorda il primo cittadino. “Si impegnò con successo per le politiche abitative e il diritto alla casa che riguardavano non solo il nostro paese, ma tutto il territorio.

All’interno delle istituzioni, lavorò con intelligenza e lungimiranza affinché anche a Orsara ci fosse una sanità territoriale presente e funzionante. Era un uomo di ideali e, allo stesso tempo, una persona concreta: intendeva pensiero e azione politica quali strumenti al servizio del popolo, per migliorare le condizioni di vita e occupazionali della sua gente”.

Anche Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione Puglia, ha condiviso un messaggio di cordoglio e di ricordo per Mimì Romano.

Domenico Romano, per tutti “Mimì”, ha svolto un ruolo preminente nella modernizzazione della Puglia e della provincia di Foggia. È stato tra i “padri” della Regione Puglia, essendo diventato consigliere regionale nel 1970, alle prime elezioni regionali, e subito ricoprendo il ruolo di assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici. Rieletto alla Regione nel 1975, gli fu affidata la responsabilità di vicepresidente, con delega all’Urbanistica e alla Programmazione.

Stessa funzione che ricopri nel 1982 quando, oltre alla vicepresidenza, gli fu delegata la competenza alla Sanità. Per tutta vita ha testimoniato i valori dell’impegno politico per il progresso della propria terra. Rendo omaggio alla figura illustre che mi ha preceduto nelle mie attuali responsabilità, sempre tenendo fermi gli ideali riformisti. Alla sua famiglia, il cordoglio e la vicinanza mia e di tutta l’Amministrazione regionale“.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock