Attualità

“Le transenne sono vergognose”: il web difende Nonno Libero, il clochard di Foggia

Foggia – Chi a Foggia non conosce Nonno Libero? Stiamo parlando del più famoso clochard di Foggia, forse un ex pediatra, che da anni bazzica tra le vie della nostra città. Il vagabondo che i foggiani hanno imparato ad amare è stato vittima di un “atto vergognoso”, così lo definiscono tantissimi utenti che sulla pagina Facebook Voce di Foggia, in queste ore, stanno commentando ciò che gli è capitato.

Durante l’inverno, “l’uomo delle buste” (così viene soprannominato Nonno Libero), ha l’abitudine di stazionare a ridosso di una grata situata sotto un palazzo pubblico di Corso Roma dalla quale esce calore, con il quale può riscaldarsi nelle giornate più fredde.


Qualcuno, però, in questi giorni, ha posizionato davanti a quella grata una fioriera e delle transenne legate con del filo di ferro.  Forse un atto per evitare che il clochard possa stazionare lì davanti? Non lo sappiamo, ma ci auguriamo che venga risolto presto il problema che ha obbligato il posizionamento di quelle transenne e di quella fioriera in modo che il nonno più amato dai foggiani possa continuare a riscaldarsi nelle gelide e pungenti giornate d’inverno.

“Anche nonno libero ha diritto di vivere e mettere quelle transenne per evitare di riscaldarsi e davvero uno schifo!”, scrive con enfasi un utente, difendendo lo spirito di quest’uomo che ha deciso di vivere così. “Poi quando si sente che muoiono di freddo tutti a fare i falsi buonisti con gli occhi lucidi”, aggiunge un altro.

C’è chi però si definisce “una voce fuori dal coro” ed afferma: “Pensate a chiamare qualcuno per ripulirlo, qui non si tratta di dove dorme o dove vive, ma di rispetto per la gente”.

Qualunque sia il motivo che abbia spinto qualcuno ad impedire al famoso clochard di riscaldarsi davanti alla grata di Corso Roma, noi ci auguriamo che tutto si risolva presto.

 

Foggia Nonno Libero Clochard

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock