Crediti Foto: pugliabnb.it

Ischitella e la leggenda dell’albero capovolto di San Francesco

Continua il nostro viaggio tra le leggende pugliesi

Foggia Reporter

Misteri e leggende fanno della Puglia, un luogo misterioso dai mille volti. Il nostro viaggio tra le leggende continua e questa volta ci porta ad Ischitella, avete mai sentito parlare dell’albero capovolto di San Francesco?

Ischitella è un piccolo comune in provincia di Foggia. Fa parte del Parco Nazionale del Gargano e della Comunità Montana del Gargano. Patria di Pietro Giannone e di Cesare Turco, è nota insieme a Rodi Garganico e Vico del Gargano per la produzione degli agrumi del Gargano.

Se andate ad Ischitella vi capiterà di essere sorpresi dalla vista di uno stranissmo albero. Si tratta di una vera stranezza botanica il cipresso che sorge difronte all’ex convento francescano del paese.

Questo strano albero si erge verso l’alto privo di foglie e appare così indurito e tetro al punto da sembrare pietrificato. Le sue radici sono aeree, secondo alcuni sarebbero un proseguimento di quelle sotterranee, per altri, invece, queste sarebbero le uniche e sotto terra esisterebbero ancora i rami. L’albero sarebbe quindi capovolto.

Secondo quest’ultima credenza l’albero sarebbe legato alla figura di San Francesco. Si racconta che nel lontano 1216 San Francesco d’Assisi, in occasione del pellegrinaggio alla Grotta di San Michele a Monte Sant’Angelo, visitò il Gargano e sostò proprio ad Ischitella.

Le leggende popolari raccontano che il santo piantò il suo bastone per terra e disse: “In direzione di questo bastone sorgerà la porta della chiesa di un convento”. All’improvviso il bastone mise radici e germogliò in un cipresso, quello che si vede ancora oggi.

Il Diavolo, allora, richiamò un vento di tempesta e capovolse l’albero sacro di San Francesco. L’albero, però, nonostante avesse le radici all’aria e le foglie sottoterra, continuò a crescere nel tempo.

Ad ottobre, nel centro storico del paesino garganico, tra le sue suggestive stradine strette e le sue caratteristiche case bianche, ogni anno, si tiene la festa religiosa dedicata a San Francesco, figura strettamente legata ad Ischitella e alla sua gente.