Isabel Russinova ospite del Foggia Film Festival: sul palco anche tanti talenti foggiani

L'attrice alla cerimonia di apertura della kermesse foggiana

Foggia Reporter

E’ stata l’attrice Isabel Russinova ad aprire la IX edizione del Foggia Film Festival: la scorsa domenica 24 novembre,  nell’ambito della sezione FFF Library, l’ospite ha presentato il suo libro, “La regina delle Rose” (Curcio Editore).

Un’occasione per presentarsi al pubblico anche nella sua meno conosciuta veste di scrittrice.

“La Regina delle Rose” è il suo quinto manoscritto. Una storia d’amore che si intreccia con i ricordi personali trasmessi dalla sua famiglia: il romanzo cristallizza la memoria di una delle ultime zarine della Bulgaria, terra di origine della Russinova.

Con questo libro rivela al pubblico l’attrice, durante l’intervista con la giornalista Paola La Salaho voluto raccogliere l’eredità che in un certo senso mi ha lasciato la mia famiglia: mettere su carta, ricordi, aneddoti e racconti che altrimenti sarebbero andati persi. Mi sono sentita custode di questa storia”.

Fare la scrittrice è stato anche un modo per scoprire nuovi lati di sé stessa: ” La scrittura rappresenta un momento importante del mio percorso come artista e come donna: gran parte del mio impegno sociale infatti è rivolto alle donne, ogni protagonista dei miei romanzi è un momento di incontro con la storia, con la società e con la mia crescita personale”

Durante la kermesse, ogni giorno, sono state proiettate le opere in concorso e fuori concorso: tanti gli autori pugliesi così come tante sono state le pellicole ambientate al Sud. Tra tutti il cortometraggio “BATTITI“, prodotto da Claudia Di Lascia, foggiana che finalmente si fa apprezzare nella sua città. Il corto, che ha protagonista Vinicio Marchione,ha vinto anche un premio alla sceneggiatura.

“Sono più emozionata rispetto a tutti gli altri festival a cui ho partecipato anche per altri film – racconta la produttrice – tutti dicono “nemo propheta in patria”, c’è voluto un po’ di tempo per tornare a Foggia in un’altra veste ed essere apprezzata.

Insomma questo è tanto altro è il Foggia Film Festival.