Cultura e territorio

Giornata dell’impegno civile e sociale a Troia, attività a sostegno della popolazione ucraina

Dopo due anni in cui la manifestazione si è svolta in diretta streaming, comunque sempre molto partecipata, gli oltre cinquanta giovani volontarie e volontari che dal* 2010* vogliono continuare a ricordare l’entusiasmo e la passione di *Angelo e Mario*, questa volta si ritrovano e riabbracciano più uniti che mai.

La distanza fisica colmata in questi anni recenti, promuovendo ad esempio iniziative a supporto delle persone anziane oppure delle famiglie bisognose aiutate dalla *Caritas locale,* così come ancor prima in sostegno di *Amnesty International*, *Emergency*, *Medici Senza Frontiere*, in questa occasione diventa vicinanza e solidarietà *alla comunità ucraina* che sta subendo da troppo tempo gli effetti tragici di una guerra che purtroppo tanto lontana non è.

Fin dalla *prima emergenza umanitaria di inizio 2022*, I CARE con altre realtà si è mobilitata per supportare l’invio di beni di prima necessità verso le persone in difficoltà. Così, nel segno dell’accoglienza e della
pace, la manifestazione di questo *29 dicembre a Troia*, è dedicata a sostenere le attività dell’*associazione “Santa Francesca Saverio Cabrini” di Foggia*.

La *Giornata dell’impegno civile e sociale *prevede diversi momenti di socialità e aggregazione. Dalla mattina alle ore 9 presso il Palazzetto dello Sport di Via Lucera si terranno *tornei sportivi di calcetto e pallavolo*, poi dalle 15 all’ex Convento San Domenico ci sarà un *torneo di ping-pong*. In serata invece *dalle ore 21 appuntamento con il concertone spettacolo all’Auditorium Giannone* che ritorna live coinvolgendo numerosi gruppi musicali e artisti locali come: Nogi&Ghandi, Antonio Petito Band, Alessandra Laquintana Band, Dagri Band, Nonstopcarpenter, Leonardo Lecce, Portagalli, Il Palpito dell’Uno, Heart, Cadmio, Francesco Cicorella, Fabio Rossetti, Skantinato 58. A seguire Dj Set di Antonio Falcone e Dj Najon.

Durante tutto l’evento sarà possibile donare in cassette di beneficenza, che si trovano anche in molte attività troiane e online, il cui ricavato sarà appunto destinato alla realtà presieduta dalla dott.ssa* Lyudmyla
Koshovenko*. Insieme ad I CARE racconta la sua storia personale che l’ha vista prima ospitata da una famiglia di Foggia, con cui vive dal 2004, facendosi poi promotrice di aiuti e assistenza verso le famiglie profughe
in seguito agli ultimi tristi avvenimenti.

Per *la tredicesima edizione*, con la creatività e l’attivismo, si vuole riportare l’attenzione sull’assurdità di questa così come di altre guerre troppo spesso dimenticate in altre zone del mondo, riportando un grande e
collettivo sorriso di gioia con un *messaggio di inclusione e apertura. Continuando a far sentire sempre un caloroso e colorato “Stiamoci a cuore”!

Back to top button