Attualità

“La strada è dissestata, il B&B non è raggiungibile. Io mi arrendo, vendo fagiolini!”, la disperazione di Giovanna

San Nicando Garganico – Rabbia, tristezza e tanta delusione nelle parole di Giovanna De Cato, costretta a combattere contro l’incuria e la mancanza di manutenzione alla quale è stata destinata la strada che porta al suo B&B, la Casa dei Cavalli, “Gio Horses“, immerso nella natura di San Nicandro Garganico.

Ve la ricordate? Qualche tempo fa vi avevamo raccontato l’avventura di Giovanna che nel 2015 ha deciso di aprire una speciale struttura per accogliere turisti e curiosi italiani e stranieri con l’obiettivo di condividere la passione per gli animali.

La Casa dei Cavalli, infatti, sorge in campagna, a soli 20 minuti dal mare (località balneare di Torre Mileto), proprio in mezzo ai due laghi di Lesina e Varano, in un territorio bellissimo.

Qualcosa però non va e Giovanna oggi si è lasciata andare ad un vero e proprio sfogo sul suo profilo Facebook.

“Considerato che l’amministrazione comunale quest’anno, a causa della mancanza di manutenzione e decoro della strada pubblica che conduce alla mia attività di Bed and Breakfast, si è dimostrata ancora una volta silente, io mi arrendo. Vendo fagiolini.

Già perché questo territorio merita solo questo. Illegalità profusa e diffusa anzi anche agevolata. Comunque almeno le verdure sono genuine e senza fertilizzanti chimici. Sono desolata per tutti gli ospiti che hanno gradito e non potranno usufruire della mia struttura e dei miei prodotti di altri tempi”.

Questa la forte denuncia di Giovanna che si ritrova ad accantonare il suo sogno e la sua attività, una piccola oasi di relax all’interno del Parco Nazionale del Gargano che offriva una proposta turistica davvero tanto speciale.

Già in passato Giovanna ci aveva manifestato il grande problema causato dalla mancanza di manutenzione della strada che porta alla sua struttura.

“Alcuni tratti di strada pubblica del tragitto che dalla ss89 porta al B&B siano lasciati in preda all’incuria, all’inerzia e all’inciviltà di qualcuno, limitando così di fatti la mia attività.

Viene fatto notare anche da molti visitatori sul sito Booking, nonostante sin dal 2014 io abbia sempre sollecitato chi di competenza ad intraprendere azioni concrete finalizzate alla valorizzazione e libera fruibilità della strada di utilità pubblica che porta al mio B&B”.

Queste erano state le sue parole l’anno scorso e purtroppo ad oggi la situazione non è cambiata, anzi.

“Fin da quando ho aperto il B&B ho avuto questo problema per 900 metri di strada pubblica lasciati all’incuria di chi preposto al suo decoro e alla sua viabilità. Qualche anno fa abbiamo visto l’intervento dei tecnici comunali che in seguito ad una alluvione hanno ripristinato alcuni tratti.

Per il resto nessun intervento. A questo si aggiunge il classico prepotente di turno che, avendo un terreno lungo il tragitto e non vedendo di buon grado la presenza della mia attività, continua, nonostante i miei vari esposti e denunce a impegnare e restingere la strada pubblica extraurbana, sporadici interventi sono avvenuti a riguardo da parte dei vigili urbani che hanno arginato per brevi periodi il problema”, continua Giovanna.

E aggiunge con grande dispiacere: “L’ultimo esposto da me protocollato al Comune risale a più di un mese fa, nessuna risposta ricevuta. Ecco da cosa è scaturito il mio post di questa mattina.

Sono desolata, mi arrendo a lavorare in un territorio dove le istituzioni non consentono un decoroso svolgimento delle attività turistiche e dove si avallano i soprusi e le prepotenze altrui”.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock