Cultura e territorio

Albicocche, ciliegie e fioroni: la frutta pugliese dell’estate per mangiare locale con gusto

L’estate è finalmente arrivata e con il grande caldo di questi giorni mettersi ai fornelli per preparare elaborati manicaretti diventa quasi impossibile così, per far fronte alle alte temperature, si preferisce mangiare meno e in modo più equilibriato.

In una dieta salutare e mediterranea non deve mai mancare la frutta, fonte di vitamine che insieme a cereali e verdura occupa la base della piramide alimentare. Quale frutta scegliere? Ovviamente è preferibile consumare frutta di stagione e in Puglia di certo non mancano preziosi, colorati e salutari gioielli della terra perfetti per colazioni e spuntini.

A regnare sulle tavole pugliesi, già dalla fine di maggio, sono senza dubbio le rosse e succose ciliegie. L’oro rosso della Puglia che piace a grandi e piccoli è un concentrato di proprietà benefiche a livello nutrizionale. Nella nostra regione esistono diverse tipologie di ciliegie, dalle succose ciliegie ferrovia alle ciliegie Giorgia con il loro caratteristico colore rosso brillante.

Da buon gustuai, i pugliesi amano questi profumati frutti dal sapore unico e inconfonbile che si presta anche a particolari preparazioni dolci come le marmellate per farcire crostate e biscotti occhio di bue. Le ciliegie sono un frutto molto versatile ma i veri estimatori preferiscono assaporarle così, al naturale. Un po’ come succede con i taralli, una tira l’altra.

Tra i frutti dell’estate pugliese che di certo non possono mancare a tavola ci sono le albicocche. Golose, succose e arancioni, le abicocche sono ricche di vitamine, soprattutto carotenoidi, vitamina A e C. Inoltre sono molto ricche di fibre e aiutano a tenere sotto controllo l’iperglicemia.

A distinguersi tra le varietà pugliesi è la famosa albicocca di Galatone, una pregiata varietà autoctona Presidio Slow Food e PAT della Regione Puglia che presenta caratteristiche uniche. Anche la sua storia è molto particolare, si racconta che ad importarla in Puglia dal lontano Oriente siano stati i Templari.

Oltre a prugne, angurie e meloni, a regnare sulle tavole pugliesi ci sono loro: i fioroni. Impossibile resistere al gusto ottimo di questi frutti dalle tante proprietà. I fioroni, infatti, sono ricchi di vitamina A, vitamina C, Tiamina, Niacina, Riboflavina, proteine, ferro, calcio, potassio e fosforo. Tra le varie tipologie di maturazione si distinguono i fioroni (prodotti dalle gemme dell’anno precedente e che maturano nei mesi di giugno e luglio), i fichi veri e propri (che maturano da agosto a settembre) e i fichi tardivi, che maturano invece durante l’autunno.

In Puglia è molto conosciuto il ‘fiorone di Polignano‘, la cui produzione, come suggerisce il nome, si concentra soprattutto nelle zone costiere che vanno dalla città di  Monopoli a quella di Polignano a Mare, dalla quale questo delizioso frutto prende il suo nome.

La Puglia è ai primi posti nella produzione di fioroni. Un’altra zona in cui è molto diffusa la produzione è nel territorio di Fasano con le vicine frazioni tra cui Torre canne e Savelletri.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock