Credits: Huffington Post

Foggiana rifiutata a Milano, leghisti foggiani: “Grande balla”

Ecco cosa pensano i leghisti foggiani su quanto accaduto a Deborah

Foggia Reporter

Foggia – Da ieri sera sta facendo molto discutere la triste e scioccante vicenda che ha visto protagonista una ragazza foggiana, rifiutata a Milano da una signora “salviniana razzista“.

Deborah Prencipe questo il nome della ragazza che ha condiviso la sua spiacevole disavventura con una signora milanese, contraria ad affittarle una casa solo perchè meridionale, foggiana.

Un fatto che ci riporta indietro nel tempo quando, negli anni 60-70, al Nord, si leggevano cartelli con scritto: “Non si affitta ai meridionali” o “Non si affittano case ai terroni”.

Nel 2019, a quanto pare, esistono ancora persone che inneggiano a questa triste forma d’odio, purtroppo mai cessata, nei confronti di chi vive al Sud, colpevole di essere nato lì dove il sole splende più forte e il mare è cristallino.

Negli audio condivisi dalla ragazza sulla sua pagina Facebook, si possono ascoltare le assurde esternazioni della signora milanese che si dichiara, orgogliosamente, una salviniana e una razzista.

Non è mancata, però, la replica dei leghisti italiani, o meglio di quelli foggiani. E qui, però, dobbiamo fare una precisazione. I rappresentati leghisti di Foggia non condannano la signora per aver usato il nome del loro Capitano per avvalorare ragioni alquanto discutibili e deleterie come il disprezzo dei meridionali, anzi, i leghisti di Foggia prendono le distanze dalla loro concittadina.

“Vediamo un pò chi è la signora Deborah Prencipe, la persona che si è inventata questa grande balla ed ha preso in giro tutti quanti noi”, scrivono sulla pagina Facebook ‘Lega Salvini Premier – Foggia e provincia.

“Una che insulta Salvini sul suo profilo Facebook e che ha messo su questa cazzata soltanto per infangare la Lega e Matteo Salvini. E adesso saranno guai seri per la signorina”, tuonano infine dalla pagina Facebook i leghisti foggiani.

Voi da che parte state?