Attualità

Foggia torna in zona arancione fino al 30 dicembre: ecco cosa si può fare e cosa no

Foggia – Da oggi, 28 dicembre 2020, fino al giorno 30 dicembre, la città di Foggia sarà in zona arancione. Cosa potremo fare in questi giorni?

Come si legge nell’integrazione dell’ordinanza firmata dal sindaco Franco Landella, nei giorni 28-29-30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2020 per tutto il territorio comunale è previsto il divieto assoluto di asporto di sole bevande alcoliche e superalcoliche a decorrere dalle ore 11:00 sino alle ore 6:00 del giorno successivo per tutti gli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, pizzerie, rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie) e per i distributori automatici h24 di alimenti e bevande.

Continua la chiusura della Villa Comunale, ad eccezione del solo transito pedonale all’interno della stessa mediante l’utilizzo degli accessi di Via Scillitani e Via Galliani dalle ore 07:00 alle ore 14:00 e dalle 16:00 alle 20:00.

Così come la chiusura, per tutti i giorni della settimana, dei parchi giochi comunali recintati e il divieto di accesso a quelli non recintati. E ancora, rimane il divieto dell’uso delle panchine pubbliche e di ogni altro manufatto idoneo ad essere utilizzato come seduta. E’ consentito sedersi solo in forma isolata e per brevi periodi di riposo nell’ambito dell’attività motoria o sportiva.

Inoltre continua la chiusura al pubblico h24 dei Giardini Pubblici di Piazza Giordano per tutti i giorni della settimana.

Per quanto riguarda, invece, le disposizioni previste dal Decreto Natale, ecco cosa si può fare da oggi fino al 30 dicembre.

Da oggi, lunedì 28, a mercoledì 30 dicembre sarà permesso muoversi all’interno del territorio comunale senza alcun vincolo e senza dover mostrare l’autocertificazione. Ovviamente la possibilità di muoversi liberamente vale dalle 5 alle 22, poi come avvenuto anche nei giorni “rossi” parte il coprifuoco.

I negozi saranno aperti fino alle 21:00. Mentre ristoranti e bar saranno chiusi, si potrà usufruire solamente del servizio da asporto fino alle 22 e ordinare a domicilio.

Inoltre, si potrà uscire dal proprio comune, rimanendo all’interno della propria regione (oltre che per motivi di lavoro, salute o necessità e urgenza), in massimo due persone una sola volta al giorno si potrà andare a trovare un parente o un amico.

Ancora, è permesso spostarsi dal proprio comune se la popolazione non supera i 5.000 abitanti, percorrendo una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi comuni. Resta vietato recarsi nel capoluogo di provincia.

Il rientro nell’abitazione dove si ha residenza o domicilio è sempre consentito.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock