Viale Pinto chiuso al traffico: partono i lavori per il nuovo Policlinico di Foggia

A Foggia nasce la "Cittadella della salute"

Foggia Reporter

Foggia – A partire da lunedì 29 luglio 2019 viale Pinto sarà chiuso al traffico veicolare per consentire l’inizio dei lavori di fogna nera, a cura dell’Acquedotto Pugliese, e di riqualificazione urbana del Policlinico di Foggia.

Prende il via il progetto di riqualificazione e di rifunzionalizzazione dell’area ospedaliera in uno scenario di sviluppo sostenibile che consentirà di trasformare il polo sanitario in un vero e proprio Policlinico, una Città nella Città ad elevata qualità assistenziale.

Il modello strutturale e organizzativo perseguito è quello della cittadella della salute, inteso come centro sanitario, didattico e di ricerca, sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia. Il progetto si inserisce nel complessivo processo di riorganizzazione dell’attività di assistenza sanitaria che deriva dalla profonda trasformazione del concetto stesso di salute, con la conseguente rivisitazione del rapporto servizi-paziente e dei modelli di assistenza.

Gli “Ospedali Riuniti” sono proiettati a diventare sempre più un campus, con un’attività di didattica e di ricerca oltre che di assistenza, in un processo di miglioramento della qualità e dell’habitat. I recenti provvedimenti del Consiglio Comunale di Foggia hanno delineato e consentito l’inizio dei lavori.

L’intervento di riqualificazione reinterpreta l’asse centrale di Viale Pinto come strada-piazza di ricucitura al fine di rendere gli “Ospedali Riuniti” un nucleo unitario, di collegamento tra le due aree del polo ospedaliero e di cerniera tra la città e il periurbano. La strategia di “mobility management” che si propone per il nuovo assetto dell’area degli “Ospedali Riuniti” promuove azioni finalizzate alla riduzione del traffico veicolare, con conseguente riduzione dell’inquinamento atmosferico, fornendo prospettive di grande interesse per lo sviluppo sostenibile di un importante polo attrattore della città.

Il nuovo sistema di mobilità prevede la realizzazione di una nuova viabilità pedonale, di un percorso ciclabile, di nuovi accessi all’area ospedaliera, di un’elisuperfice con percorso preferenziale ai mezzi di primo soccorso, di percorsi dedicati al trasporto in autoambulanza e a percorsi dedicati per mezzi di soccorso straordinari. La strada sarà lambita, da entrambi i lati, da spazi verdi e piazze, luoghi pensati per essere vissuti con un’identità e vita propria. Elementi caratterizzanti saranno anche degli specchi d’acqua, pensati in punti strategici non solo per rendere l’ambiente più congeniale dal punto di vista percettivo, ma soprattutto funzionale per mitigare le temperature nel periodo estivo. Tra le varie funzioni, sarà previsto anche uno spazio dedicato ai bambini con un piccolo parco giochi.

Verranno inoltre realizzati due nuovi parcheggi di circa complessivi 800 posti auto per aumentare l’offerta di sosta, attualmente insufficiente. Un parcheggio sud a raso sarà realizzato su un’area acquistata dall’Università di Foggia e prevederà l’utilizzo di n. 348 posti auto, di cui 15 riservati ai disabili e 5 per le donne in attesa. I posti riservati ai disabili, alle donne in gravidanza e alle mamme con bambini molto piccoli saranno posizionati tutti in prossimità dell’accesso pedonale al complesso ospedaliero, in modo da agevolare il più possibile la fruizione del servizio sanitario. Previsti anche 20 posti moto e 30 posti per biciclette, 2 accessi carrabili per gli utenti di cui uno anche pedonale, 1 accesso carrabile per bus di circolazione interna per gli utenti, 1 accesso pedonale al complesso ospedaliero. Il parcheggio verrà, inoltre, dotato di impianto elettrico generale di illuminazione, di videosorveglianza, sistema di sbarre e di accesso a pagamento automatizzati.

L’accesso alla cittadella ospedaliera sarà favorito, per gli utenti provenienti dai paesi limitrofi, dalla realizzazione di una bretella che collegherà l’Orbitale a viale Pinto (lato periferia). Grazie a questa rideterminazione dell’area ospedaliera e delle vie d’accesso e di penetrazione, nascerà un vero e proprio Policlinico, con vaste aree pedonalizzate, ampi parcheggi e un miglioramento complessivo dell’accoglienza dei pazienti e dei loro parenti, in un contesto agevole di viabilità verso le principali arterie di interesse regionale e nazionale.

In attesa della realizzazione dei due parcheggi che saranno completati tra la fine del 2019 e gli inizi del 2020 e per evitare intasamenti che potrebbero rallentare la normale attività all’interno del polo sanitario, si segnala ai cittadini tutti e ai dipendenti la possibilità di parcheggiare l’auto nelle strade adiacenti agli “Ospedali Riuniti”, cioè in via Napoli e in particolare in via Martiri di via Fani, dove saranno previsti numerosi stalli a pettine per la sosta prolungata gratuita delle auto. Grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale ed, in particolare, del Comando della Polizia Municipale e della Società ATAF saranno previsti particolari presidi che consentiranno la realizzazione degli interventi programmati.