Attualità

“Torneremo a vivere la nostra seconda casa”, il messaggio degli studenti dell’Unifg

Foggia – “Torneremo a popolare quelle mura, a passare i pomeriggi in biblioteca, a chiedere un aiuto in Auletta.

Torneremo a stare insieme, ad abbracciarci, a sorridere senza paura. Torneremo a vivere la nostra ‘seconda casa’ e sarà ancora più bello”.

Questo il messaggio diffuso sui social dai rappresentati dell’associazione studentesca foggiana Area Nuova.

Recentemente l’associazione studentesca ha compiuto 25 anni di attività ed è proprio per questo che possiamo ormai definirla una vera e propria istituzione all’Università degli Studi di Foggia.

Gli studenti dell’Ateneo foggiano in queste settimane avvertono l’importanza di frequentare fisicamente le aule e i corridoi dei vari plessi dell’Università, lì dove tra ansia, preoccupazione, risate e condivisione ci si sente a casa.

Nonostante la quarantena l’Università di Foggia continua attivamente a interagire con i suoi studenti attraverso la didattica a didastanza, strumento essenziale in questo periodo.

“L’Università di Foggia si è adeguata al primo, e ormai storico, DPCM del 4 marzo scorso, e relativi aggiornamenti, innanzi tutto attrezzandosi per lo smart working e per concedere, al personale che nel frattempo lo aveva chiesto, di poter lavorare da casa”, ci aveva detto in un’intervista di alcune settimane fa il Rettore dell’Università di Foggia, prof. Pierpaolo Limone

“Siamo state una delle prime università statali italiane a dotarsi di un decreto e di un regolamento per potervi accedere, una cosa non da poco se si pensa che le università meridionali spesso sono famose per l’esatto contrario.

E poi abbiamo messo in piedi una struttura tecnologica, adeguatamente sorretta dalle nostre reti e dalla nostra dotazione strumentale, per favorire tutte le forme di didattica a distanza.

Io stesso sono uno dei più convinti sostenitori della didattica erogata in modalità e-learning, ragione per cui nella drammaticità del momento abbiamo sfruttato l’esperienza ventennale ormai accumulata in questo campo estendendo delle buone pratiche sperimentali a 11mila studenti”, aveva precisato il Rettore.

E aveva poi aggiunto: “Attraverso le nostre piattaforme dedicate, i nostri docenti non stanno facendo mancare il loro sostegno e la loro vicinanza agli studenti.

Gli esami si stanno svolgendo con diverse modalità tramite i servizi e-learning di ateneo e assicurando attraverso la registrazione sul registro elettronico Cineca – Esse3 la regolare verbalizzazione degli esiti conseguiti.

Insomma, come tutte le altre l’Università, anche Foggia non si ferma e garantirà a tutti gli studenti la piena continuità della carriera accademica”.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock