Attualità

Foggia, un progetto di lighting design per valorizzare il Tempietto della Villa Comunale

Foggia – Nelle ultime settimane si è parlato molto dell’intervento che presto vedrà protagonista il caratteristico Tempietto della Villa Comunale.

A spiegarci il progetto è Romano Baratta, light designer conosciuto in tutto il mondo per le sue installazioni.

“Sono stato incaricato dal Comune di Foggia di realizzare il progetto di illuminazione permanente per il Tempietto neoclassico di Luigi Oberty, sacello in onore di Giuseppe Rosati, presente sul colle del boschetto della Villa Comunale. Un progetto di lighting design per la valorizzazione – spiega -.

Sono onorato di questo incarico perché quel luogo è uno dei luoghi della mia infanzia. Sono cresciuto a poche decina di metri dal Tempietto, in Via Scillitani, quindi conosco perfettamente l’architettura e il contesto paesaggistico ma soprattutto conosco l’anima di quel sito.

Il boschetto è sempre stato poco considerato dai foggiani. Una area da cui stare lontani e vergognarsi. Mi viene in mente, seppur con dimensioni di paragone differenti, la considerazione che avevano a Matera delle grotte. Luogo della vergogna. Ora sono il loro simbolo ma soprattutto il loro orgoglio”.

Il light designer continua: “Il boschetto è un luogo magico all’interno della città e non un luogo di perdizione. Lo è diventato per colpa dell’abbandono. Con un cambio di visione è possibile educare le persone meno civili. Questo a Matera è avvenuto… e anche a Bari Vecchia.

Lo scopo del mio intervento è rendere il Tempietto e l’intero boschetto un luogo di orgoglio dei foggiani. Un luogo da mostrare agli amici e ai parenti e ai conoscenti che giungono da altre città. L’illuminazione sarà progettata per manifestare il cuore di due grandi protagonisti della nostra storia: Giuseppe Rosati e Luigi Oberty, oltre che per valorizzare un’architettura storica.

E’ necessario rigenerare l’intera villa comunale per farla tornare un luogo di ristoro cittadino, come nell’intento dell’ingegnere Luigi Oberty. Un luogo dove rilassarsi. In questo il lighting design è uno strumento speciale, perché con pochi interventi e costi abbordabili permette di cambiare radicalmente l’aspetto di un ambiente, rigenerandolo completamente.

Con questo vorrei far capire che le amministrazioni e i privati hanno uno strumento potente per cambiare le sorti di un quartiere o di una città intera. La città di giorno si mostra per quella che è, ma di sera, nel momento dello svago per eccellenza ma anche di maggiore pericolo, la luce può cambiare il suo aspetto ed è possibile comunicare direttamente alla testa e al cuore delle persone. La luce ha la forza di generare emozioni ed arrivare in profondità.

Questo permette di poter cambiare le sorti di un luogo. Vorrei tanto cambiare le sorti di Foggia. E’ necessario però che ci sia collaborazione e volontà e non ostruzionismo delle varie fazioni culturali, partitiche, giornalistiche e professionali.

Il mio intervento sarà elegante. Metterà in evidenza gli elementi esistenti ma soprattutto l’anima di questo luogo. La volontà è di renderlo affascinante. Un posto dove la gente deve sentire voglia di andare. Deve esserne attratta. Vederlo e poi aver voglia di rivederlo ancora e ancora. Un punto di pellegrinaggio dove lasciare anche dei fiori. Un luogo del cuore. Sarà una luce che emanerà l’essenza del suo creatore e di Giuseppe Rosati.

Spero, quanto prima, di illuminare anche il Pronao in modo permanente non solo come monumento ma anche come baluardo foggiano contro la guerra. Esempio di resilienza foggiana. Il pronao si è inginocchiato alla guerra ma si è rialzato maestoso come una araba fenice.

Foggia può cambiare marcia. In passato la città ha avuto differenti periodi importanti poco narrati:  nel Neolitico, nello speciale ed unico periodo Dauno, nel medioevo con i fasti federiciani, nel genuino e efficace Barocco foggiano, nel Neoclassico puro di Oberty, nel caldo Liberty pugliese e per finire nel Razionalismo essenziale dei primi decenni del 1900. Foggia può essere raccontata e rigenerata. Ha delle potenzialità enormi”.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock