Attualità

“Rendere Piazza Mercato un salotto urbano con la giusta illuminazione”: la proposta del light designer Romano Baratta

Foggia – Torniamo a parlarvi di Piazza Mercato, slargo nel cuore della zona vecchia della città di Foggia, lì dove un tempo c’era un vivace e verace mercato coperto di frutta e verdura che animava le giornate dei foggiani.

Grazie all’operato di alcuni commercianti e residenti della zona che hanno deciso di rimboccarsi le maniche per ripulire e ridonare valore ad uno slargo purtroppo troppo spesso preso di mira dai vandali, questo luogo nel centro di Foggia vuole tornare ad accogliere i cittadini anche di giorno.

Il noto light designer Romano Baratta ha lanciato una proposta sui social. “Ci vuole una riqualificazione urbana notturna – si legge su Facebook in un post pubblicato sulla sua pagina personale -. Sono anni che lo dico, per rendere un’area sicura, nelle ore serali e notturne, l’unico strumento utilizzabile è la luce, non è una cavolata”

Abbiamo chiesto al light designer di spiegarci nel dettaglio il progetto di riqualificazione che vorrebbe attuare per trasformare Piazza Mercato in un salotto urbano di grande valore estetico e identitario dove mostrare il meglio di Foggia. Un luogo di cultura dove potrebbero nascere botteghe e ristoranti.

“Il progetto di riqualificazione proposto ha come finalità la creazione di un salotto urbano dove aggregare in modo positivo la cittadinanza di varie fasce di età e permettere l’apertura e lo sviluppo di ristoranti e botteghe. Rendere Piazza Mercato un luogo di positività e non di paura e quindi motore trainante per il miglioramento e lo sviluppo dell’intero centro storico – ci spiega Romano Baratta -.

La luce ha la grande capacità di modificare gli ambienti urbani con facilità e semplicità, mediante interventi economici ma efficaci. La luce interviene direttamente sugli aspetti psico-fisici delle persone inducendo ad azioni programmate. Non basta illuminare le città tanto, come ci hanno abituato negli ultimi decenni. Difatti i risultati li abbiamo visti: zero. Ma è necessario illuminare le singole aree con metodo specifico dopo una attenta analisi dei luoghi.

Non parlate, per cortesia, di giochi di luce. Io non faccio giochi ma efficaci illuminazioni per lo Sviluppo Territoriale e la Valorizzazione sociale, storica e culturale. Narrare la città per farla conoscere ed apprezzare. Migliorare la notte in una città vuol dire migliorare la città anche nelle ore diurne. La notte è il momento dello svago e del relax, ore in cui le persone si riversano in città per usufruire della sua vitalità, soprattutto al sud.

E’ fondamentale per migliorare una città, lavorare sul suo Paesaggio Notturno tale da trainare a ruota anche il paesaggio diurno. Se la notte è mancante lo è anche il giorno, mentre se si pensa alla città solo nelle ore diurne, la notte non è conseguenziale, ma rimane marginata e non qualificata. Il momento notturno ha leggi sociali differenti rispetto al diurno.

I movimenti sociali e le dinamiche urbane sono equilibri sottili che è necessario leggere e comprendere per poterle migliorare. Non è materia degli amministratori ma di professionisti che sanno capire queste dinamiche delicate. Per questo invito il commissario Magno a parlarne assieme. Non sono un arrivista ma semplicemente un professionista specializzato che ama la sua città tanto da volerla vedere splendere! Vorrei essere visto come una risorsa da sfruttare.

Lo sviluppo di una città passa tanto dalla cura del notturno e delle sue dinamiche e il mio lavoro è lavorare sul notturno delle città. Se si vuole migliorare Foggia è necessario agire quanto prima sul paesaggio notturno. Se Foggia è positiva di notte lo sarà di conseguenza anche di giorno. Sono a disposizione di Foggia”.

 

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 28 anni, sono una giornalista pubblicista, una copywriter, content creator e cantastorie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da due anni curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Scrivo e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock