Attualità

Foggia, esposto contro l’Attaccacuore, il Muro della Gentilezza nato per promuovere la generosità

Foggia – “In condizioni normali essere destinatari di un esposto alla Polizia Municipale e alla Prefettura per un’attività posta in essere nella qualità di pubblico amministratore dovrebbe rammaricare. In condizioni normali appunto. Ma in questo momento storico, nulla in questa città si può dire “normale”. Ed è così che in questo momento storico, la Asp Addolorata riceve un esposto formale per il Muro della Gentilezza“.

E’ quanto si legge sulla pagina Facebook del Muro della Gentilezza, la parete delle generosità made in Foggia nata la scorsa estate presso la Parrocchia di San Paolo Apostolo, in Piazza Giovanni XXIII, nel quartiere CEP e poi raddoppiata nel quartiere Croci a Foggia, in Via Sant’Antonio, presso Palazzo Sant’Eligio, dove risiede il vecchio stabile di proprietà dell’Asp.

“In questo momento di smarrimento, di confusione, di mistificazione della realtà, capita di ricevere un esposto per una cosa che, così ci pareva, deve promuovere gentilezza e solidarietà. Non importa, capisco (poco in realtà) chi l’ha fatto. Perdono e comprendo perché la gentilezza si applica con azioni concrete. Non sono solo parole (che sono comunque importanti) ma gesti, azioni e anche omissioni.

Sono dispiaciuta ma ometto di innervosirmi – si legge nel post Facebook scritto dalla promotrice dell’iniziativa -. Passerà il mio periodo di riposo forzato e provvederò, adesso godiamoci la democrazia e la festa della nostra Repubblica. Viva la gentilezza, viva Foggia e viva chi si assume la responsabilità in prima persona di quello che fa quando è convinta di fare del bene”.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock