Foggia, orrore in casa: donna violenta maltratta marito e figlie piccole

Questa volta l'orco non è un uomo

Foggia Reporter

Foggia – Questa volta l’orco non è un uomo. Una donna foggiana picchia marito e figlie, scatta per lei il divieto di avvicinamento.

Gli agenti della squadra mobile di Foggia hanno eseguito una misura cautelare personale del divieto di avvicinamento al marito e alle due figlie minorenni nei confronti di una donna di 49 anni.

La foggiana è accusata, infatti, di maltrattamenti ripetuti e violenti in famiglia. Gli episodi di violenza sono avvenuti tra dicembre 2018 e giugno dell’anno successivo.

Secondo quanto ricostruito dall’attività d’indagine, più volte la donna nel corso dei mesi avrebbe minacciato di morte ed insultato pesantemenre il marito arrivando anche a picchiarlo.

Offese e spintoni anche alla figlia piccola, alla quale avrebbe sottratto il telefono cellulare per impedirle di avere contatti con il padre.

Due gli episodi più significativi: il primo il 29 gennaio quando la donna, nel corso di un banale litigio, dopo aver insultato e minacciato il marito gli ha puntato contro un coltello da cucina, il tutto davanti alle piccole.

Il secondo episodio, quello del 6 maggio scorso, quando la 49enne ha scaraventato un pannello di legno contro il marito dopo averlo insultato, anche in questo caso sotto lo sguardo terrorizzato delle figlie minori.