Eventi

Foggia, dal 4 al 6 gennaio “Centonovenovantasei modi di… dire weareinpuglia” il calendario degli eventi

Un calendario di eventi culturali e sociali promossi dal consorzio Oltre e sostenuti dalla Regione Puglia per promuovere il territorio

Un’occasione per animare la comunità di Foggia con una serie di iniziative finalizzate ad attirare turisti e visitatori, promuovere la brand reputation del nostro territorio e stimolare la conoscenza di storie di piccoli cittadini con fragilità che hanno realizzato grandi sogni. Tre giornate che attraverso una serie di attività di animazione culturale, sociale, enogastronomiche e ludiche vogliono contribuire a raccontare l’altro volto della città, del territorio, delle buone esperienze. Merito del progetto “Centonovenovantasei modi di… dire weareinpuglia”, promosso dal consorzio di cooperative sociali Oltre nell’ambito delle iniziative e degli eventi natalizi organizzati in collaborazione con Regione Puglia, FSC Fondo per lo sviluppo e la coesione, Unione Europea e Pugliapromozione.

Dal 4 al 6 gennaio le iniziative culturali animeranno in particolare il centro di Foggia, a partire da piazza Cavour n. 3, negli spazi della bottega in cui si vendono prodotti etici, solidali e liberati dalle mafie. «Nel territorio pugliese la criminalità organizzata continua a costituire un fattore di grave pregiudizio alla vita comune con ripercussione su ogni componente, quella sociale economica e politica» dice Antonio Cocco, direttore del consorzio Oltre. «Tutto questo spesso rappresenta un forte ostacolo, un forte pregiudizio, un grave ostacolo per migliaia di turisti che provenendo da altri luoghi mostrano una certa ritrosia ad avanzare in terra foggiana. In questo scenario, il consorzio di cooperative sociali Oltre prova a dare il suo contributo attraverso un’azione che vuole essere soprattutto un’operazione culturale e di sensibilizzazione».

Di qui, l’idea della proposta progettuale “Centonovenovantasei modi di… dire weareinpuglia”, che ha come location ideale “centonove/novantasei”, che sin dal nome vuole raccontare l’importanza e l’efficacia della legge 109/96, la normativa che consente la restituzione alla collettività delle ricchezze e dei patrimoni sottratti alle organizzazioni criminali favorendone il riutilizzo pubblico e sociale. Vini, caffè, olio, taralli, frollini, patè di cima di rapa, melanzane sott’olio, passate di pomodoro, tisane, liquori, ceci. Sono tanti i prodotti che trovano posto sugli scaffali realizzati da associazioni e cooperative impegnate sui temi della giustizia sociale, dell’inclusione lavorativa e delle produzioni solidali. «La finalità della bottega» evidenzia Cocco «è quella di sensibilizzare la cittadinanza per avviare dei processi partecipati che portino a delle azioni culturali che contribuiscano a migliorare le condizioni di vita della nostra città».

IL PROGRAMMA
Il primo appuntamento in programma di “Centonovenovantasei modi di… dire weareinpuglia” è venerdì 4 gennaio 2023, alle ore 18.00, con la presentazione del libro “Testardo, come un frigorifero” di Marco Lozito (Edizioni Foglio di Via) con partecipazione dell’autore; seguirà alle ore 19.00 la degustazione di prodotti liberati dalle mafie e a km 0 con accompagnamento musicale. Sabato 5 gennaio, invece, sempre la bottega di presso “centonove/novantasei” ospiterà alle ore 17.30 il monologo di stand up comedy “centonovenovantasei…abo” con Adelmo Monachese; seguirà alle ore 19.30 uno show cooking presso la “Piccola Osteria km 0”, a Foggia in Viale Ignazio d’Addedda 77. Gli ultimi appuntamenti in programma sono previsti domenica 6 gennaio: alle ore 11.30 spettacolo di bolle di sapone a cura di Rukola, in via Via Lanza n. 3; alle 17.30 nella bottega “centonove/novantasei” si svolgerà il laboratorio per bambini “La calza della Befana”; alle 18,30, chiuderà il ciclo di eventi, una degustazione di prodotti etici e solidali.

Per saperne di più: https://www.centonovenovantasei.it/weareinpuglia

 

Back to top button