Il Foggia è pronto a ripartire. Definiti i programmi societari della prossima stagione

Ieri pomeriggio, presso la sala stampa Antonio Fesce dello stadio "Pino ...

Foggia Reporter

Ieri pomeriggio, presso la sala stampa Antonio Fesce dello stadio “Pino Zaccheria”, si è tenuta una conferenza stampa per definire i programmi della prossima stagione calcistica. Presenti, oltre all’allenatore Roberto De Zerbi, i fratelli Sannella, il presidente Lucio Fares, il direttore sportivo Giuseppe Di Bari e il consigliere Massimo Curci. Ecco le dichiarazioni di Fedele e Franco Sannella e di Lucio Fares:

Fedele Sannella: “Dobbiamo partire dagli errori fatti l’anno scorso per fortificarci e fare meglio quest’anno. I tifosi sono stati esemplari, noi ci pregiamo di avere una tifoseria del genere. Il fatto di aver fatto l’invasione, di aver lanciato la bottiglia in testa a Gattuso, questo non ha fatto bene alla squadra e alla città. Pagare 55 mila euro di multe non è facile. Con De Zerbi abbiamo prolungato di un altro anno, la cosa migliore è quella di proseguire e fare meglio dell’anno scorso. I ragazzi sono stati tutti esemplari, mi è dispiaciuto che qualcuno abbia accusato Narciso. Accusarlo di essersi venduto la partita non è bello. Noi non volevamo non farlo operare. Volevamo solo smaltire la rabbia per poi aggiornarci a lunedì. La società gli pagherà l’intervento”.

Franco Sannella: “ Se accadranno di nuovo episodi come lanci di bottiglie, invasioni di campo, noi ci tireremo indietro e abbandoneremo il Foggia Calcio. Vale anche per l’episodio di Andria e per l’aggressione al pulmann. Noi vogliamo proseguire e ci crediamo. Dobbiamo cancellare il passato e pensare al futuro dando continuità. Il passato è passato, non ci pensiamo più. L’obiettivo è quello di vincere il campionato. La presidenza rimane a Lucio Fares. Il Vicepresidente sarà Massimo Curci”.

Lucio Fares: “Abbiamo intenzione di avviare subito la campagna abbonamenti. Noi riteniamo il nostro un pubblico fantastico ma quello che è avvenuto nella finale play off ci ha penalizzato molto. Abbiamo presentato ricorso per le 5 giornate di squalifica. Ci preme evidenziare che noi ci aspettiamo una risposta importante del pubblico che deve andare al di là delle 5 giornate di squalifica. Vincere un campionato di serie C è davvero difficile. Le 5 giornate sono anche una conseguenza della diffida che lo Zaccheria aveva da tempo. Un po’ più di buonsenso, la società sta facendo sacrifici enormi, accompagnati da un allenatore che è sempre a lavoro perché le cose vadano bene sempre. All’indomani dell’uscita di Leccese e Di Corcia, e di Tiso come dg, i soci, grazie anche allo spirito di Curci, la compagine sociale sarà divisa al 50% di Curci e 50% dei Sannella”.