Cronaca

Foggia, arrestato il rapinatore delle farmacie

Si tratta di un cinquantenne italiano latitante e senza fissa dimora.

La Polizia di Stato di Foggia, nella mattinata dello scorso 12 settembre, ha adottato la misura precautelare del fermo di polizia giudiziaria nei confronti di un cittadino italiano di 49 anni, gravemente indiziato per aver commesso, il giorno prima, rapine ai danni di farmacie del capoluogo. L’uomo, italiano senza fissa dimora, poi rivelatosi latitante dal gennaio 2023, è gravemente indiziato di aver commesso una rapina ai danni di una prima farmacia lunedì mattina. Dalle immagini di videosorveglianza si è potuto percepire la gravità dell’accaduto, in quanto poco dopo essere entrato nel locale commerciale, immediatamente si è diretto verso il farmacista, e dopo averlo minacciato con cocci di vetro, si è fatto consegnare più di 100 euro per poi allontanarsi, facendo perdere le proprie tracce lungo le vie del centro. L’intervento del personale della Squadra Volanti della Questura di Foggia ha consentito l’acquisizione immediata di spunti investigativi, che prontamente sviluppati dagli investigatori della locale Squadra Mobile hanno permesso di risalire all’identità dell’aggressore.

Si è presto scoperto che l’uomo si è reso presunto responsabile di un altro episodio del tutto analogo al primo. Anche in questo caso, le immagini dei sistemi di video-sorveglianza hanno ripreso il rapinatore che, rivolgendo cocci di vetro a poca distanza dal volto della seconda vittima, anch’essa farmacista, si è fatto consegnare poche decine di euro. Considerata la gravità dei fatti, la pericolosità e la spregiudicatezza del rapinatore, gli investigatori hanno organizzato servizi senza soluzione di continuità per riuscire a individuare il potenziale responsabile degli episodi predatori e scongiurarne altri ai danni dei commercianti della zona.

La mattina di martedì 12 settembre, il personale della Squadra Mobile è riuscito a individuare il presunto rapinatore nei pressi della stazione ferroviaria. Alla vista degli operatori, l’uomo ha tentato una precipitosa fuga, ma è stato immediatamente bloccato. Considerata la gravità dei fatti, la pericolosità del soggetto che ha a carico diversi precedenti, il pericolo di fuga aumentato dall’assenza di un domicilio effettivo e la dichiarata latitanza da oltre 9 mesi, il personale della Squadra Mobile della Questura di Foggia ha proceduto con un fermo di polizia giudiziaria per l’ipotesi accusatoria di rapina aggravata. Il P.M. ha quindi disposto che l’uomo fosse associato alla locale Casa Circondariale in attesa di convalida.

 

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio