Attualità

Foggia, apparecchiature di ultima generazione per la Radiologia del Deu (Video)

Foggia – L’ampio percorso di riqualificazione del Policlinico Riuniti di Foggia si è arricchito con l’acquisizione di nuove apparecchiature radiologiche di ultima generazione, pensate per rispondere ai più innovativi standard qualitativi richiesti dalla medicina di precisione che va verso la diagnosi precoce, la personalizzazione delle cure sulle caratteristiche del singolo paziente e sulla necessità di soddisfare la domanda di un territorio esteso che raccoglie un bacino d’utenza molto ampio, sia in ambito regionale che extra-regionale.

Il top della tecnologia è rappresentato da tre nuove Spectral-TC, da 256 slices di ultimissima generazione con detettore da 16 cm, attualmente il più ampio a disposizione, doppia energia con tecnologia Spectral e applicazioni di sistemi d’Intelligenza Artificiale (IA) in fase di acquisizione delle immagini invece che in post-processing. Questi sistemi di Tomografia Computerizzata sono i più evoluti disponibili sul mercato, in dotazione in pochissimi centri in Europa e al momento, con questa configurazione, presenti in Italia solo al Policlinico Riuniti di Foggia.

 

Il Policlinico di Foggia è, inoltre, la prima e unica struttura pubblica in Puglia (con gli Enti Ecclesiastici) ad aver acquisito una RM 3 TESLA, un apparecchio ad alta intensità di campo magnetico che assicura massima accuratezza e rapidità delle indagini diagnostiche, sia in termini di qualità e definizione delle immagini, sia in quelle di velocità di acquisizione, di vari distretti corporei.

La Risonanza RM 3 TESLA è un “gold standard” per le patologie di tutti gli organi ed apparati in quanto consente studi di tipo morfologico, di perfusione, di diffusione e di tipo funzionale. Si tratta di un’apparecchiatura con un magnete dal design compatto dotato di ampio gantry, con diametro minimo 70 cm più ampio rispetto alla media delle macchine di RM esistenti, e quindi, per quanto abbia una configurazione tradizionale, è qualificata come un sistema “Open Bore” perché consente un accesso più agevole ai pazienti obesi o in sovrappeso e permette, inoltre, di ridurre efficacemente il classico effetto claustrofobico. Questo apparecchio, si giova, inoltre, di efficaci sistemi di riduzione del rumore rendendo l’esame più confortevole per il paziente.

A completamento dell’aggiornamento tecnologico, è stata acquisita una Apparecchiatura Radiologica Robotizzata Multifunzione, dedicata agli esami radiologici del Pronto Soccorso, per la quale il Policlinico di Foggia rientra tra le undici installazioni in Italia, di cui tre al Sud, di cui due a Bari e una adesso al Policlinico Riuniti.

Tutte le nuove apparecchiature radiologiche di ultima generazione sono ubicate prevalentemente presso il Dipartimento di Emergenza Urgenza (DEU) sotto la direzione del Prof. Luca Macarini, Direttore del Dipartimento di Radiologia e della Cattedra di Diagnostica per Immagini, del Dott. Giampaolo Grilli, Direttore della Struttura Complessa di Radiologia ospedaliera e del Dott. Egidio Guerra, Dirigente Responsabile della Ssvd di Radiologia d’Urgenza.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock