Attualità

Elezioni e candidature, presidente della Commissione antimafia scrive ai commissari

La presidente dell’Antimafia scrive alla Commissione Straordinaria per ricordare ai partiti
il Codice di autoregolamentazione per le candidature

Con una lettera inviata ai componenti della Commissiono Straordinaria del Comune di Foggia la
presidente della Commissione Antimafia, l’on Chiara Colosimo ricorda, in vista dell’imminente
tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale, l’esistenza per i partiti del codice di
autoregolamentazione delle candidature.
Si tratta di una disciplina approvata dalla Commissione Antimafia che definisce, per i partiti e le
liste che lo adottano su base volontaria, i criteri di candidabilità in relazione alla situazione
giuridica dei soggetti considerati.
I rappresentanti dei partiti, dei movimenti o delle liste civiche che aderiscono possono trasmettere
alla Commissione Antimafia, con il consenso degli interessati, 75 giorni prima la data fissata per
le elezioni, le liste provvisorie delle candidature.
La Commissione verifica quindi la sussistenza di eventuali condizioni ostative alla candidatura ai
sensi del codice di autoregolamentazione riguardo ai nominativi eventualmente trasmessi. Il
pronunciamento non ha un valore legislativo rispetto alla incandidabilità ed ineleggibilità dei
soggetti che non rispondano ai criteri previsti né prevede sanzioni, ma ha una valenza etica e
morale.
Il Comune di Foggia, nella particolare materia, si rende disponibile ad ogni forma di
collaborazione volta a favorire una proficua competizione elettorale.

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio