Leggende del calcio foggiano: Cosimo Nocera e la sua indimenticabile “Fajola”

E' l'unico giocatore del Foggia ad aver realizzato un gol con la maglia azzurra

Foggia Reporter

Foggia – Il calcio foggiano vanta numerosi giocatori entrati nella storia del calcio italiano, vere e proprie leggende che non saranno mai dimenticate. Tra queste non possiamo non citare il grande Cosimo Nocera.

Vera leggenda del Foggia, Cosimo Nocera è entrato nel cuore di tutti, grandi e piccoli con la sua indimenticabile “Fajola”, quel poderoso tiro che lo caratterizzava.

Il 28 Novembre 2012, all’età di 74 anni, l’indimenticato e indimenticabile bomber degli anni 60′ del Foggia Calcio si è spento.

I suoi gol appartengono a un calcio che non c’è più, un calcio in bianco e nero ma dai valori forti e sinceri. Dopo gli inizi fra i Dilettanti con la maglia del Secondigliano nel 1959 approda al Calcio Foggia.

Con 101 reti in 257 presenze è stato il più prolifico cannoniere del Foggia con il quale ha disputato l’intera carriera agonistica (dieci stagioni) vestendo la maglia rossonera tra il 1958 e il 1969, eccenzion fatta per una breve parentesi alla Massiminiana, club siciliano che milita oggi in prima categoria.

Indimenticabile per i tifosi foggiani la storica vittoria contro l’Inter di Helenio Herrera il 31 Gennaio 1965 nella quale Nocera realizzò una doppietta nel 3-2 finale.

Alberto Mangano, cultore di storia locale, ricordando il grande calciatore scrive: “Era un centravanti di altri tempi che aspettava di avere la palla per indirizzarla in porta grazie alla potenza dei suoi magici piedi: sembrerebbe che il termine “bomber”, usato tutt’oggi per definire un buon realizzatore sotto porta, sia stato coniato giornalisticamente proprio per Nocera e per i suoi gol.

A Foggia invece, quando partiva la palla dai suoi piedi, il pubblico inneggiava a quella che in dialetto veniva indicata “fajòle”, cioè quasi ad un missile lanciato verso la porta avversaria”.

Nocera fu convocato anche in Nazionale nella gara amichevole Italia-Galles disputata a Firenze il 1º maggio 1965, segnando al 90′ il gol del 4-1 e resta a tutt’oggi l’unico giocatore del Foggia ad aver realizzato un gol con la maglia azzurra.