Attualità

Cerignola, processo Monopoli: in appello l’accusa è omicidio preterintenzionale

Sono stati condannati a 10 e 7 anni di reclusione Francesco Stallone e Michele Verderosa i due foggiani accusati di aver picchiato Donato Monopoli, il ragazzo di Cerignola morto l’otto maggio del 2019 per le ferite causate da una rissa avvenuta nei pressi di una discoteca alla periferia di Foggia il 6 ottobre del 2018. Lo hanno deciso i giudici della corte d’assise d’appello di Bari che ha derubricato le accuse da omicidio volontario a omicidio preterintenzionale. Gli avvocati dei due imputati avevano chiesto l’assoluzione -sostenendo non vi fosse la causalità tra le condotte dei due giovani e la sua morte – o alternativa la riqualificazione dell’accusa. Una sentenza, quella del tribunale barese, che ha amareggiato i familiari della vittima. “Siamo delusi e amareggiati – commenta Giuseppe Monopoli, il, padre di Donato-. La vita di un ragazzo non può valere così poco”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio