Cronaca

Dona il plasma ma gli negano una seconda bottiglietta d’acqua, arrivano le scuse dell’Asl Foggia

Cerignola – Dopo il caso sollevato da Domenico Del Negro, vice presidente dell’Avis di Trinitapoli, in un suo racconto-denuncia a La Gazzetta del Mezzogiorno in cui dichiarava che dopo aver donato di 750 cc di plasma presso il centro trasfusionale dell’Ospedale Tatarella di Cerignola, gli sarebbe stata negata una seconda bottiglietta d’acqua, arrivano le scuse dell’Asl Foggia.

In riferimento all’episodio segnalato dal vice presidente dell’Avis di Trinitapoli, Domenico Del Negro, circa il rifiuto di una seconda bottiglietta di acqua durante la donazione di plasma nel Centro Trasfusionale di Cerignola, la Direzione della ASL Foggia ha contattato immediatamente la Direzione Medica di Presidio per conoscere i dettagli dell’accaduto – si legge nella nota stampa -.

Siamo dispiaciuti – dichiara il Direttore della ASL Foggia Vito Piazzollae ci scusiamo per l’episodio causato da un banale disguido. Da tempo la Direzione è impegnata a migliorare l’accoglienza e aumentare il grado di umanizzazione dei servizi.

Ringraziamo tutti i donatori di sangue per l’encomiabile, prezioso e gratuito sostegno che offrono quotidianamente alla comunità. Li invitiamo a proseguire con lo stesso zelo, certi che troveranno, nei nostri servizi, la dovuta accoglienza”.

La direzione medica di presidio ha già contattato Domenico Del Negro per scusarsi di persona e per garantire che episodi del genere non si verificheranno più in futuro.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock