Il 7 ottobre 1923 Cerignola è la prima città della Capitanata ad avere l’acqua del Sele

Accadde oggi: una data importantissima per la Capitanata

Foggia Reporter

Il 7 ottobre 1923 fu una data molto importante per la Capitanata e soprattutto per la città di Cerignola: la città del Cupolone è la prima in provincia di Foggia ad avere l’acqua del Sele.

Un getto d’acqua alto 18 metri annunciò al popolo di Cerignola la svolta. Una data storica, la vera rivoluzione per la Capitanata.

Da quel giorno di inizio ottobre l’acqua delle sorgenti di Caposele raggiunsero finalmente i campi pugliesi.

Anticamente gli abitanti di Cerignola, come nel resto della Capitanata, attingevano l’acqua da pozzi molto profondi scavati nei pressi delle proprie abitazioni.

Nel 1870 l’amministrazione di Cerignola fece scavare un’ampia e profonda fossa, nei pressi del palazzo Ducale, in cui far convogliare l’acqua piovana.

L’anno della svolta fu, però, il 1923. Con l’arrivo dell’acqua direttamente dalle sorgenti di Caposele, attraverso gli impianti dell’acquedotto pugliese, scomparvero tutti i pozzi e le fosse presenti in città.

Quella lontana domenica del 7 ottobre 1923, a Cerignola, fu una vera e propria festa. In quella circostanza venne letto pubblicamente il telegramma di Mussolini: “La cerimonia che ti appresti a compiere è segno certo della precisa volontà del Governo Fascista di portare a compimento l’opera di ricostruzione nazionale e di provvedere con rapida attuazione ai bisogni dell’Italia; porta il mio saluto fascista ai convenuti.”

Fonte: lenews.tv