Cronaca

Cavallo di ritorno: condanne per ventisei anni complessivi

Pene ridotte perchè gli imputati hanno chiesto il rito abbreviato

Sei condanne per oltre 26 anni di reclusione nel processo abbreviato a 6 foggiani accusati di ricettazione ed estorsione da 500 euro per la restituzione di un’auto rubata il 28 febbraio 2022 e ritrovata dopo 48 ore; possesso illegale di un paio di pistole sequestrate dalla Guardia di Finanza e furto di tre statue in ceramica del valore di mille, sottratte da un negozio in centro. Il pm aveva chiesto 6 condanne per complessivi 27 anni e 8 mesi. Condannato a 9 anni e 10 mesi Andrea Carella, 26 anni, accusato di concorso in estorsione per la restituzione di una “Fiat Punto”, ricettazione dell’utilitaria e porto illegale di due pistole.

Inflitti 6 anni e 8 mesi a Yari Saggese, 27 anni, per concorso nella ricettazione della “Fiat Punto” ed estorsione; 4 anni e 10 mesi a Pietro Giuseppe Piserchia, ventenne, per gli stessi reati. Condannati a 1 anno e 6 mesi a testa Fabrizio Bevilacqua, 25 anni e Domenico Mario Russo, 23 anni che avrebbero acquistato una delle pistole sequestrata a Carella. Due anni, infine, ad Angelo Matteo Maratea, 40 anni, per il furto delle 3 statue nel negozio.

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio