Attualità

La giovane violinistia Stella Volpe omaggia gli operatori sanitari e i pazienti di Casa Sollievo

San Giovanni Rotondo – Le note di un violino elettrico suonato con dolcezza hanno riempito questa mattina tutte le stanze della Casa Sollievo della Sofferenza. A riprodurle, sul pronao dell’Ospedale, Stella Volpe che a soli 18 anni ha voluto omaggiare gli operatori sanitari e i pazienti qui presenti. Ad ispirare la giovane violinista, originaria di Orta Nova (FG), è stata la musicista Lena Yokoama che nel mese di aprile suonò il suo violino sul tetto dell’Ospedale Maggiore di Cremona, uno dei luoghi simbolo della lotta al Covid-19.

«Durante il lockdown ho seguito l’esibizione a Cremona – ha raccontato Stella, che frequenta l’ultimo anno di liceo musicale – è stato un momento molto intenso e per mesi ho desiderato di poterlo realizzare qui a Casa Sollievo della Sofferenza».

Le melodie, da “The Mission” di Morricone a “Viva la vida” dei Coldplay, si sono diffuse per tutto l’Ospedale. «Il mio obiettivo oggi era infondere pace a chi ancora combatte il Covid – conclude Stella – la musica regala emozioni ed io spero di averne donate un po’ a tutti i pazienti che purtroppo hanno trascorso il Natale lontani dalle loro famiglie». VIDEO

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock