Comunicati Stampa

Carlantino ha la sua Pro Loco: 50 soci e un programma ambizioso

Anche il comune di Carlantino ha la sua Pro Loco. Domenica 26
febbraio, infatti, nel comune carlantinese si è costituita l’associazione
che aderisce all’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia) e che ha
raccolto la partecipazione di ben 50 soci. “E’ un numero straordinario di
adesioni, considerando che il paese conta poche centinaia di abitanti – ha
dichiarato il sindaco di Carlantino, Graziano Coscia –. La costituzione
della Pro Loco e l’adesione di una base associativa così ampia di persone
dimostrano che, anche in mezzo a tante difficoltà, questa è una Comunità
viva, che ha voglia di fare di costruire futuro. C’è un risveglio
incoraggiante dal punto di vista dell’impegno pubblico e sociale. Ai soci e
ai componenti del direttivo vanno il mio ringraziamento e un grande in
bocca al lupo per l’avvio di questo nuovo progetto”.

L’assemblea dei soci ha definito gli obiettivi della nascente Pro Loco come
il miglioramento delle risorse turistiche e culturali del paese, attraverso
iniziative e manifestazioni finalizzate a favorire la conoscenza, la
valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio storico, ambientale,
culturale ed enogastronomico di Carlantino.

Tradizioni, luoghi d’interesse, siti archeologici e naturalistici,
patrimonio paesaggistico e architettonico-monumentale: sono molti i “focus”
attorno ai quali creare promozione, eventi, accoglienza, divulgazione.

“Spero che la Pro Loco diventi il centro della vita sociale della nostra
comunità – ha proseguito il primo cittadino Coscia – attraverso il turismo,
l’enogastronomia e la cultura l’associazione può generare anche un
importante indotto economico oltre che un miglioramento del benessere
sociale. Abbiamo luoghi di straordinaria bellezza e unicità, come la grande
area del lago di Occhito, e conserviamo tradizioni molto belle. Il Comune
di Carlantino farà la sua parte e, da oggi, con la Pro Loco, il paese ha
un’altra freccia al suo arco per centrare obiettivi importanti e condivisi”.

Domenica 26 febbraio i soci della Pro Loco hanno votato il consiglio
direttivo composto dal presidente Giorgio Pozzuto, dalla vice-presidente
Celestina Cicchetti, dal segretario con funzione di tesoriere Mario
Genovese e dai consiglieri Claudio Pirro ed Emilio Perna.

“Molti pensano che le Pro Loco organizzino solo pranzi e cene demandando ad
altri la promozione del turismo sul territorio, ma non è così perché faremo
solo grandi cose – ha dichiarato il neo presidente della Pro Loco, Giorgio
Pozzuto – collaborando con l’UNPLI cercheremo di diventare una risorsa
importante per il paese appoggiandoci sul volontariato più genuino che è
quello dei nostri soci tesserati”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio