Cultura e territorio

26 aprile 1001, l'apparizione della Madonna dell'Incoronata

Oggi, nel lontano 26 aprile 1001 apparve la Madonna dell’Incoronata. Secondo la tradizione, la Beata Vergine Maria Incoronata apparve all’alba, su una grande quercia, ad un signore che si trovava a caccia nel bosco del fiume Cervaro e gli mostrò la Statua della Madonna Nera, chiedendo che venisse posta in venerazione in una chiesa da erigere sul luogo dell’ apparizione.

Sempre seguendo quanto è riportato dalle fonti antiche, sopraggiunse un contadino, che la tradizione chiama Strazzacappa, che appese ad un ramo della quercia la sua caldarella trasformata, con un pò di olio, in una lampada.

Guardando l’ iconografia dell’ Incoronata predomina, in senso assoluto, la figura del boscaiolo che prega devotamente e offre con generosità l’olio per allestire un’improvvisata lampada alla Madre celeste. Ad oggi, sono state tramandate cinque diverse immagini: la quercia con la statua poggiata sul fogliame e ai piedi il contadino con i buoi; immagini che mostrano ai piedi della quercia il solo nobile cacciatore con i suoi cani; immagini che mostrano sia il nobile cacciatore che il contadino; immagini che raffigurano solo la Vergine; immagini che mostrano le “Due Madonne” l’una accanto all’altra e che si rifanno alla narrazione secondo la quale la Vergine sarebbe apparsa lasciando una Statua perchè la venerassero.

La preziosa statua dell’Incoronata è custodita in una basilica che, nel marzo del 1978, papa Paolo VI elevò alla dignità di basilica minore. L’interno è arricchito dall’immensa corona bronzea che è appesa alla cupola con soli otto tiranti liberi e oscillanti; sopra l’ingresso il monumentale organo di 2000 canne costruito nel 1982 dal Maestro Alessandro Girotto. Annesso alla basilica, troviamo il grande Santuario che ospita, ogni anno, migliaia di fedeli provenienti da ogni parte del mondo.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock