Attualità

Vaccino Covid, SLP CISL Poste Foggia: “Lavoratori postali tra le categorie più a rischio contagio”

Foggia – “Dal primo Decreto del Consiglio dei Ministri, per l’emergenza pandemica, Poste è stata inserita tra i servizi essenziali da garantire alla collettività e da allora non si è mai fermata; nel frattempo però tanti colleghi sono stati contagiati, qualcuno addirittura non è più tra di noi. Lavorare con il pubblico e col maneggio soldi (nonostante le misure di precauzione messe a disposizione dall’azienda) aumenta il rischio contagio. Stessa cosa vale per i portalettere che recapitano pacchi e lettere. Crediamo pertanto sia necessario inserire i lavoratori postali tra le categorie prioritarie per la somministrazione del vaccino”.

E’ il monito della SLP CISL POSTE di Foggia, attraverso il neo Segretario Andrea Prudente, eletto da pochi giorni. “Ribadiamo che è giusto dare la priorità alle categorie fragili, non dimentichiamoci però che Poste è un punto di sintesi per i cittadini; nonostante il proliferare degli strumenti tecnologici, ogni giorni negli uffici postali entrano circa un milione e mezzo di persone.

Una altissima pedonabilità dovuta anche ai tanti servizi erogati in collaborazione con la pubblica amministrazione (Spid, reddito di emergenza, di cittadianza, ect), fondamentali in questo momento emergenziale. Stesso discorso vale anche per i nostri portalettere che, anche per via delle attività commerciali ferme, hanno visto incrementare il numero dei pacchi da recapitare, aumentando di fatti il rischio contagio”.

Il Sindacato più rappresentativo in Poste, pur riconoscendo l’impegno aziendale, chiede un punto di svolta: “Apprezziamo l’attività di screening preventivo che l’azienda ha messo in atto, con tamponi volontari tra i lavoratori ogni settimana per individuare casi di asintomatici – sottolinea Prudente – Sappiamo inoltre che la sede di Foggia è stata individuata da Poste tra i 55 siti per la somministrazione del vaccino ai dipendenti. Bisogna però accellerare. Il virus ci ha insegnato che non aspetta intese o protocolli”.

Infine, un invito alla popolazione: “Sappiamo che l’ingresso contingentato negli uffici sta generando malumori tra i clienti, che devono attendere fuori. Proprio per questo ricordiamo la possibilità della prenotazione con l’APP PT per evitare file inutili. Chiediamo pazienza e comprensione. Queste misure sono necessarie per la sicurezza di tutti. Un contagio in ufficio produrrebbe un effetto a catena incontrollabile”.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock