Foto tratta dal sito manganofoggia.it

Accadde oggi: 25 agosto 1994 – Arriva il tifone

"Ore 12.21, ecco cos'è l'Apocalisse", così intitolò la Gazzetta del Mezzogiorno.

Foggia Reporter

25 Agosto 1994. Apparentemente una mattina come le altre a Foggia. Clima torrido, termometro che sfiora i 40 gradi, foggiani ancora di rientro dalle vacanze. Poi il cielo si oscura all’improvviso, l’aria si rinfresca, ma è soltanto l’antipasto che fa da preludio a dieci minuti di panico e terrore.

Una nube oscura, una raffica di vento che sfiora i 127 km orari. Un morto e sessantacinque feriti: questo il bilancio del 25 Agosto di 25 anni fa, quando Foggia fu travolta da sette lunghissimi minuti nella quale un tifone improvviso e mai visto da queste parti prese il sopravvento abbattendosi su tutta la Provincia.

E così anche a Siponto, Manfredonia, Vieste, Mattinata. Anche lì momenti di paura, centinaia di naufraghi, gli interventi in mare. Gente che corre terrorizzata per sfuggire al vortice causato dal demone nero.

Vetri spaccati, pali della luce oscillanti. Angoscia e impotenza nell’attesa della fine di quegli interminabili secondi che sembravano ore.

Anche se fu la città di Foggia ad essere maggiormente colpita. Strade interrotte, ospedali in tilt, auto danneggiate e alberi abbattuti.

tromba1

“Ore 12.21, ecco cos’è l’Apocalisse”, così intitolò la Gazzetta del Mezzogiorno il giorno seguente. Un tifone senza precedenti che resterà nella memoria di tutti i foggiani.