Cronaca

Non c’è pace per i migranti del Ghetto: distrutte dal vento le tende

Non c’è davvero pace per i migranti del Gran Ghetto. Dopo l’incendio scoppiato solo pochi giorni fa all’interno del ghetto di Rignano, furono consegnate delle tende per ridare dignità a queste persone che versano in uno stato di assoluto degrado e povertà. La notizia della consegna delle tende, infatti, risale a pochissimi giorni fa, una settimana per l’esattezza.

Una sistemazione provvisoria, è vero, ma comunque necessaria a garantire condizioni minime di vivibilità per i migranti. La tendopoli era stata allestita in località Torretta Antonacci. Le tende erano state consegnate ai migranti che avevano perso tutto nell’incendio avvenuto il 3 dicembre scorso all’interno della baraccopoli.

Il maltempo, purtroppo, si è abbattuto sulla vita di queste povere persone, distruggendo le tende allestite dalla protezione civile in collaborazione con il Comune di San Severo e la Regione Puglia. Un piccolo gesto per ridare dignità a delle persone che, purtroppo, continuano a vivere condizioni di estremo disagio.

Ecco il vento come ha ridotto queste case di fortuna. A documentare per noi l’accaduto, sul posto, il fotografo Franco Cautillo.

Foggia-Ghetto di Rignano il forte vento ha distrutto le tende per i senzatetto-foto Franco cautillo
Foggia-Ghetto di Rignano il forte vento ha distrutto le tende per i senzatetto-foto Franco cautillo

Foto crediti: Franco Cautillo – Foggia Reporter tutti i diritti riservati.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock