Stazione di Foggia, arrestata una straniera destinataria di ordine di cattura

Arrestata 54enne con diversi precedenti penali

Foggia Reporter

Nel corso della mattinata di martedì 2 luglio u.s., agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Foggia,  durante l’attività di vigilanza nell’ambito di quella Stazione F.S., notavano una donna che, scesa da un treno regionale proveniente da Bari, nel vedere i poliziotti in divisa, frettolosamente tentava di allontanarsi guadagnando le scale del sottopassaggio. La mossa un po’ troppo repentina insospettiva gli agenti che  decidevano di fermarla per sottoporla a controllo.

Dall’interrogazione della banca dati delle Forze di polizia emergeva che la donna, una cinquantaquattrenne di origine bosniache, con diversi precedenti penali, era destinataria di un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Bari nel 2017, a seguito di condanna penale, con ordine di non rientrare in Italia per un periodo di 10 anni, con ripristino, in caso di inottemperanza, dello stato di detenzione.

Pertanto, all’esito degli accertamenti, la donna veniva  tratta in arresto in esecuzione dell’ ordine di ripristino dello stato di detenzione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Macerata, per l’espiazione della pena residua di mesi 9 e giorni 21 di reclusione, oltre al pagamento della pena pecuniaria della multa di euro 1.000,00.

Al termine dell’attività, la straniera veniva  ristretta presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nella pomeriggio di ieri, nel medesimo scalo ferroviario,  i poliziotti  avevano denunciato un cinquantenne pregiudicato foggiano, che si aggirava in quello scalo senza valido motivo, che, all’atto del controllo, minacciava gli uomini in divisa.