Attualità

Team italiano parte per il Nepal per documentare i cambiamenti climatici

Oggi, in tutto il mondo, anche a Foggia, migliaia di ragazzi hanno sfilato per lo sciopero globale per il clima. In queste ore entra nel vivo un’importante spedizione italiana per documentare i cambiamenti climatici in zone remote della Terra. Il team inizierà domani ad attraversare la regione del Mustang, in Nepal.

Cappelletti (Guida Aigae e caposquadra della spedizione): “Ora abbiamo superato la città di Pokhara e stiamo andando verso Marpha. Kathmandu è città grigia, piena di smog, poi fuori città riso e colline. Da domani inizieremo ad attraversare a piedi il Mustang.

Questa spedizione è la prima spedizione di un progetto più ampio, chiamato simbolicamente “Sulla via del Dolpo“, creato con lo scopo di intraprendere una serie di viaggi verso zone del pianeta che rischiano di “scomparire”, minacciate da cambiamenti ambientali. Lungo il percorso non utilizzeremo bottigliette d’acqua grazie ad un filtro che servirà a depurare l’acqua delle sorgenti”.

Gentili (esperta in Scienze Naturali e caposquadra spedizione): “Abbiamo approfondito la conoscenza culturale e sociale di Kathmandu con tre siti Unesco importanti. Da domani inizieremo ad entrare a piedi nel Mustang. L’obiettivo è quello di documentare i cambiamenti climatici. Intervisteremo abitanti di villaggi costretti a migrare a causa di mancanza d’acqua”.

In questo momento la spedizione italiana in Nepal si sta avvicinando alla regione del Mustang.

Galli: “Tutti abbiamo dinanzi le immagini del ghiacciaio del Monte Bianco, mentre nel Mondo ben 7 aree sono già in crisi idrica. Entro il 2050 ben 5 miliardi di persone rischieranno di rimanere senz’acqua perché la siccità sta avanzando. In India ben 114 milioni di persone già adesso sono senza acqua. Le Guide Ambientali Escursionistiche stanno andando in queste aree della Terra per documentare e testimoniare con immagini e racconti questi cambiamenti. AIGAE ha patrocinato questa spedizione perché il nostro ruolo è anche di educatori ambientali”.

“Inizia ad entrare nel vivo il cammino verso il Mustang per il progetto “Sulla Via del Dolpo”, che vede in campo le Guide Ambientali Escursionistiche per documentare i cambiamenti climatici in zone remote del Pianeta. Siamo arrivati nella città di Pokhara. Con noi ci sono i 2 sherpa e 2 portatori, mentre il terzo ci raggiungerà a Marpha, piccolo villaggio dove saremo nelle prossime ore. Kathmandu è una città grigia piena di smog. Appena usciti da Kathmandu il paesaggio cambia e lascia spazio a coltivazioni di riso e colline. Noi abbiamo seguito il grande fiume TRISHULI per poi salire verso Pokhara seguendo il MARSHIAGHANDI, altro fiume importante.

Ci mettiamo in viaggio quasi sempre quando in Nepal sono le ore 6 e 30 ed in Italia le 2 e 15.  A breve, domani, inizieremo ad entrare nella regione del Mustang, dove i cambiamenti climatici stanno assumendo tratti davvero drammatici.  Noi saremo lì per documentare tutto questo. Percorreremo ben 133 Km a piedi attraversando i villaggi.

Il nostro è un team multidisciplinare, tutto italiano. Si tratta di un'”esperienza-pilota”, la prima di un progetto più ampio, chiamato simbolicamente “Sulla via del Dolpo“, creato con lo scopo di intraprendere una serie di viaggi verso zone del pianeta che rischiano di “scomparire”, minacciate da cambiamenti ambientali. La nostra è  una spedizione senza bottigliette di plastica.

Con noi abbiamo portato un filtro che servirà per depurare l’acqua dalle sorgenti”. Lo ha dichiarato Mauro Cappelletti, Guida Ambientale Escursionistica dell’AIGAE, caposquadra della spedizione.  

Il team multidisciplinare partito dall’Italia avrà il compito di documentare i cambiamenti climatici in un’area remota del Pianeta non del tutto conosciuta in tutti i suoi aspetti. Nella capitale del Nepal si è tenuto il briefing organizzativo poi visita a 3 Siti Unesco.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock