Cronaca

Resti di macellazione clandestina abbandonati a Siponto

Manfredonia, una scoperta raccapricciante e, al tempo stesso, misteriosa. È quella fatta, questa mattina, sull’argine del canale di viale dei pini a Siponto lido. Qui, gli Ispettori Ambientali territoriali del CorpoVolontari CIVILIS ENGEA, su segnalazione di un cittadino, hanno rinvenuto frattaglie animali e cumuli di scarti di macellazione.

I resti, consistenti in organi interni ed altro, si presentavano intatti e in uno stato di decomposizione tale da far pensare che l’abbandono fosse avvenuto poche ore prima.

Di sicuro, i resti provenivano da un giro di macellazione clandestina (un fenomeno del tutto illegale e molto pericoloso dal punto di vista sanitario) o come smaltimento illegale di scarti di animale (rifiuti speciali).

Questi, infatti, devono essere conferiti per legge esclusivamente a ditte specializzate. Il Comandante Gen. Giuseppe Marasco, con il Tenente Lino Murgo in servizio,  arriva un invito agli esercenti a rispettare la normativa le cui infrazioni sono punite con severe sanzioni amministrative e penali.

L’abbandono di scarti animali può favorire il proliferare di topi con rischi di diffusione di malattie infettive come la leptospirosi, patologia pericolosa per umani ed alcune specie domestiche.

Nella stessa zona precedentemente, furono trovati altri resti. Episodi scoperti a distanza di mesi che confermano quanto sia sempre più diffusa la modalità di uccidere e macellare esemplari senza il rispetto delle leggi vigenti in materia.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock