News Foggia CalcioSport

Risultato Spezia Foggia: Il Foggia soffre, ma porta a casa un punto importante

Il Foggia ritrova Iemmello dal primo minuto, in coppia con il sempre presente Mazzeo. In panchina Galano.

Grassadonia alla ricerca disperata dei tre punti che mancano ormai da ben 4 giornate. Satanelli che vestono la maglia di trasferta giallo scuro. L’ex Iemmello imbeccato, prima dell’inizio, dai tifosi dello Spezia con una bordata di fischi.

Omaggio floreale da parte dei due capitani, Terzi e Agnelli, nei confronti della fisioterapista dello Spezia. Ricordiamo, infatti, che oggi ricorre la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, voluta dall’ONU nel 1999.

Primo Tempo

Partita fin da subito molto nervosa. Augello si invola sulla fascia e al quinto minuto viene atterrato in scivolata da Martinelli. Primo giallo per il difensore foggiano. Al 12° prima occasione per lo Spezia con Bidaoui che spara alto dopo essersi accentrato. Ancora un fallo. A finire sul taccuino dei cattivi questa volta è Ranieri, poco dopo è Busellato a rischiare rendendosi protagonista di un brutto gesto di stizza dopo aver subito un fallo. Il Direttore di Gara decide di graziarlo.

Al 18° viene ammonito anche Gerbo che, in buona sostanza, emula il fallo di poco prima commesso da Martinelli. Foggia poco lucido, crea gioco, ma non riesce ad arrivare in porta. Poche occasioni per i satanelli, se non una nitida allo scadere del primo tempo.

Mazzeo spizza per Chiaretti che colpisce di prima. L’estremo difensore spezzino, Lamanna, la tocca quanto basta per deviare sul palo alla sua sinistra. Il primo tempo finisce senza recupero sullo 0 a 0.

Secondo tempo

Al 47° ancora Bidaoui a mettere paura alla difesa foggiana. Scarta Gerbo e tira, ma il pallone finisce alto. Al 48° secondo ammonito per lo Spezia, si tratta di Capradossi che interviene duro su Busellato.

Al 50° scontro fortuito tra Terzi e Mazzeo. Il 19 rossonero costretto a ricorrere alle cure mediche per via di uno spacco sull’arcata sopraccigliare sinistra. Al 60° grande occasione per il Foggia sui piedi di Mazzeo. Cross teso di Kragl, movimento di Mazzeo che a due passi da Lamanna fa partire un gran sinistro. Palla che si alza e colpisce la traversa.

Al 62° brivido per il Foggia. Calcio d’angolo per lo Spezia e gol di Crimi che viene però annullato dal guardalinee.

Grassadonia getta nella mischia Rubin al posto di Kragl colpito da un lieve infortunio. Al 64° Agnelli commette fallo su Crimi, il capitano era già ammonito. Il Foggia rimane in 10 uomini. Grassadonia costretto ad un cambio. Fuori Chiaretti, entra Carraro.

Al 68° ancora occasione per lo Spezia, Bidaoui trova Maggiore ben posizionato in area. Maggiore la spara alto. Ancora un cambio per Grassadonia, esce Iemmello ed entra Gori. Il tecnico foggiano vuole difendere a tutti i costi lo 0 a 0.

Al 72* ancora Spezia, questa volta con il nuovo entrato Bartolomei che scarica forte su Bizzarri. L’estremo difensore rossonero riesce a toccare quanto basta per neutralizzare la minaccia avversaria. Al 74° Augello ne scarta tre, tira forte, ma il pallone viene deviato da Bizzarri. Ancora brividi per la difesa del Foggia. Lo Spezia vuole portare a casa i tre punti.

Al 78° ultimo cambio per l’ex Pasquale Marino. Entra Giani per Terzi, colpito da un guaio muscolare. Grassadonia nel frattempo sposta Rizzo in cabina di regia.Al 83° nuova occasione per Bidaoui che sbaglia la conclusione. L’arbitro concede ben 5 minuti di recupero.

Al 93° punizione per lo Spezia, va Bartolemei. Il tiro termina alto alla sinistra di Bizzarri. Al Picco finisce 0 a 0. Punto importante per i satanelli, considerando l’espulsione del capitano Agnelli avvenuta al 64°. Quarto pareggio per il Foggia in campionato.

Formazioni

SPEZIA: Lamanna, Vignali, Terzi, Capradossi, Augello, Ricci, Crimi, Maggiore, Bidaoui, Galabinov, Okereke.
FOGGIA: Bizzarri, Gerbo, Martinelli, Ranieri, Kragl, Busellato, Agnelli, Rizzo, Chiaretti, Mazzeo, Iemmello.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock