Attualità

Reparto di Oncoematologia pediatrica intitolato a Nadia Toffa, Emilano: "Non la dimenticheremo mai"

Su proposta del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, la giunta regionale della Puglia, ha deliberato l’avvio di tutte le procedure necessarie all’intitolazione dell’Unità Operativa di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto a Nadia Toffa.

Alcune settimane fa alla giornalista delle Iene, scomparsa prematuramente a causa di una grave malattia, era stato dedicato un murales nel quartiere Salinella di Taranto.

Nadia Toffa era molto legata alla Puglia e soprattutto alla città di Taranto. Per molto tempo, infatti, si era occupata della difficile situazione di Taranto con le sue inchieste sull’ILVA.

“Taranto ha perso nel momento decisivo il suo giocatore più importante, l’unica giornalista italiana che si fosse presa a cuore la salute dei tarantini sfidando tutti per difenderla fino alla fine.

So che tra le tante cose che avrebbe voluto fare e che la malattia non le ha consentito di portare a termine c’è la “sua” Taranto della quale e divenuta cittadina onoraria.

Nadia è tarantina e dunque pugliese. Ed è per questo che oggi la nostra Regione proclama il lutto. Abbiamo perso una di noi, un donna bellissima e nobile che ci aveva dato attenzione come fossimo cittadini uguali a tutti gli altri.

Continueremo a combattere anche in suo nome”, queste erano state le parole di Michele Emiliano subito dopo la scomparsa della giornalista.

“In migliaia avete firmato la petizione per chiedere che venisse fatto questo gesto in sua memoria. Un gesto che abbiamo fatto con il cuore, approvando oggi in Giunta regionale la delibera che dà il via all’intitolazione”, ha dichiarato ora il governatore della Puglia.

E ha aggiunto: “Perché Nadia si è sempre battuta per il bene di Taranto, con particolare attenzione alla tutela della salute dei bambini, e noi non la dimenticheremo mai”.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock