Attualità

Operatori sanitari no vax in Puglia: “Si prendano provvedimenti immediati”

Puglia – “Invitiamo i direttori generali delle Asl pugliesi a prendere provvedimenti immediati nei confronti di tutti gli operatori sanitari che rifiutano il vaccino anti covid”. Lo chiede a gran voce il gruppo ‘CON Emiliano‘, attraverso i suoi consiglieri regionali (Gianfranco Lopane, Alessandro Delli Noci, Alessandro Leoci, Peppino Longo, Giuseppe Tupputi e Antonio Tutolo).

Una dura presa di posizione che prende spunto dal gravissimo caso registrato nei giorni scorsi nell’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, dove sono rimasti contagiati 18 pazienti e 4 sanitari nel reparto di Oncologia, un problema che ha portato alla sospensione delle cure chemioterapiche, anche per i pazienti non ricoverati, provocando sconforto e proteste.

“Proprio nella Asl di Lecce – aggiungono i consiglieri del gruppo CON – circa duecento tra medici, infermieri e oss non sono stati vaccinati. Di questi solo un centinaio hanno opposto motivi di salute, mentre per gli altri cento è stata una scelta personale, non hanno voluto vaccinarsi.

Una scelta inaccettabile, aggiungiamo noi, visto il delicato ruolo che svolgono, un ruolo che impone una presa di coscienza in un momento così drammatico. Ogni medico ha il dovere di tutelare sé stesso e gli altri.

Come può un professionista che ha come vocazione difendere la salute altrui, fare una scelta così potenzialmente dannosa per la gente che è chiamato a proteggere? Per questo, al di là del caso di Lecce, allargando il ragionamento all’intera regione, chiediamo a tutti i direttori generali delle Asl pugliesi di adottare misure immediate nei confronti di quei sanitari che per scelta non si vaccinano contro il covid”.

Comunicato stampa

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock