Attualità

Covid-19, organizzazione ospedali in Puglia. Emiliano: “Stiamo lavorando a tempi record”

Puglia – Prosegue senza sosta il trasferimento di interi reparti in tutta la Puglia per organizzare strutture ospedaliere dedicate ai malati Covid-19, ben separate dagli altri reparti che continuano a funzionare.

“Sono già attivi i primi posti letto Covid 19 individuati dalla Regione Puglia all’interno del Policlinico di Bari, padiglione Asclepios, e all’Ospedale Miulli di Acquaviva. Stiamo dando tempestiva attuazione al Piano ospedaliero coronavirus” lo comunica il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

La riorganizzazione degli ospedali e dei reparti pugliesi rientra nel Piano Ospedaliero ideato e presentato dalla Regione Puglia nella giornata del 16 marzo 2020 per far fronte all’emergenza Coronavirus nella nostra regione.

Un vero e proprio piano d’attacco presentato dal presidente Emiliano, il prof. Luigi Lopalco e il direttore del dipartimento Salute Vito Montanaro.

I 5 piani del padiglione Asclepios nel Policlinico di Bari sono tutti dedicati ai pazienti affetti da coronavirus.

Il modello assistenziale scelto si basa sull’intensità di cura. I primi tre sono di area critica ad alta intensità con una integrazione virtuosa tra posti ventilati e terapia intensiva respiratoria.

Il quarto e quinto piano sono destinati ad ospitare 140 pazienti affetti da infezione covid19, ma che non hanno necessità di assistenza intensiva.

E ad Acquaviva delle Fonti nasce a tempo di record il primo Ospedale Covid: subito attivi 58 posti letto dedicati, già domani pronti altri 44 e a regime saranno più di 300: tutti in stanze a pressione negativa e dislocati su 4 piani in un’area dotata di Terapia Intensiva, Malattie Infettive e Pneumologia.

Giorno dopo giorno tutti gli ospedali che sono rientrati nella rete del Piano Ospedaliero verranno riorganizzati per l’emergenza Covid-19.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock