Attualità

Pasqua in zona rossa, visite a parenti e amici: ecco cosa si può fare

Pasqua si avvicina e, come l’anno scorso, seguendo un flusso di triste déjà-vù, ci ritroviamo in zona rossa. Anche quest’anno, per ovvie ragioni, sono vietate le grandi tavolate e tutti dovremo fare sforzi e sacrifici per tutelare la nostra salute, quella dei nostri cari e tutta la comunità.

In vista dei giorni di festa non mancano i dubbi su possibili spostamenti all’interno e fuori del proprio comune, su visite a parenti e amici, e su cosa si può e non si può fare nei giorni festivi. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Da sabato 3 a lunedì 5 aprile tutta l’Italia sarà in zona rossa, ci sarà quindi un lockdown generale. Come sappiamo, la Puglia è già in zona rossa e con l’ultima ordinanza emanata dal presidente Michele Emiliano, le regole per gli spostamenti sono state rafforzate.

Tuttavia, sulla scia di quanto accaduto già a Natale, per arginare la diffusione del Coronavirus è prevista una serie di regole ma ci sarà anche qualche allentamento per concedere ad amici e parenti di ricongiungersi. In zona rossa le visite non sono consentite ma nei tre giorni di festa del 3, 4 e 5 aprile, sarà possibile recarsi una sola volta al giorno a casa di parenti e amici.

Dalle 5 del mattino alle 22 (nel rispetto del coprifuoco), sarà possibile far visita a parenti e amici nell’ambito della propria regione, massimo in due e accompagnati da minori di 14 anni. Il provvedimento previsto dal Governo per i giorni festivi, in definitiva, consente gli spostamenti per visite private.

Fonte: Adnkronos

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock