Attualità

Parcocittà, domani il ricordo di Marco Ferrazzano

“Non può finire mai”, il Festival Musicale dedicato a Marco Ferrazzano. “Sarà un’occasione di riflessione per tanti ragazzi”

Torna “Non può finire mai”, il Festival Musicale dedicato alle fragilità giovanili, che quest’anno ricorderà Marco Ferrazzano, il giovane foggiano morto suicida nel 2021. La sesta edizione, organizzata in collaborazione con il format 360 fest, è in programma il 29 agosto a Parcocittà a partire dalle ore 20. Gli artisti Gora, Darjo, Rubens, Daviducc, Gedem e Cxma si susseguiranno sul palco, intervallati dagli interventi di Alfonsina De Sario, già Dirigente Ufficio Minori e vittime vulnerabili della Questura di Foggia e Pio Giorgio Di Leo, responsabile provinciale Associazione Penelope e legale della famiglia Ferrazzano.
“Anche quest’anno l’evento viene dedicato ad un giovane tragicamente scomparso, Marco Ferrazzano,
affinché il suo grido di aiuto trasformatosi in un tragico gesto non sia vanificato e dimenticato. Avere
memoria di ciò che è accaduto a Marco invita a riflettere sulla ‘debolezza’ dimostrando che spesso essa
è solo l’altra faccia della personalità e non ne dobbiamo avere paura – spiegano dal coordinamento di
Parcocittà -. In una società dai valori effimeri, che ci vuole tutti belli, forti, performanti e sempre pronti
ad apparire dobbiamo sforzarci di contrapporre i valori dell’ascolto, della coesione e del rispetto
reciproco. Non sarà solo musica ma occasione di incontro, confronto e riflessione per i numerosi ragazzi
che hanno contribuito alla realizzazione del Festival e ne hanno sposato la causa, mossi da finalità
sociali e culturali nonché dal desiderio di riscatto di un territorio ormai da anni poco avvezzo ad
iniziative di tale sensibilità e contemporaneità. Vogliamo ringraziare la famiglia Ferrazzano per essersi
resa disponibile a fare questo percorso insieme a noi”.
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazioni su www.parcocittafoggia.it.

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio