Cronaca

Parcheggio Zuretti, Mainiero: intervenga Cardellicchio

Mainiero: l’atteggiamento dei gestori del parcheggio è un vero e proprio abuso

Dopo la segnalazione social con cui è stata denunciata un’ennesima intimidazione ai danni di un cittadino in transito sulla piazza superiore al parcheggio Zuretti, l’ex consiglier comunale Giuseppe Mainiero torna a chiedere un forte e autorevole intervento del Commissario Cardellichio. “Dopo le numerose segnalazioni che mi sono giunte scrive Mainiero –  oggi ho scritto nuovamente al Prefetto Cardellicchio. Al Commissario ho ricordato che lui stesso, al termine dell’incontro con la ditta che gestisce il parcheggio e con Ataf SpA il 10 maggio scorso, aveva “rimarcato alcuni punti fermi ai quali non sarà possibile in alcun modo derogare”, tra cui il fatto che “l’area di copertura sovrastante i due piani interrati, fermo restando i lavori da realizzare, deve conservare la sua destinazione ad uso pubblico per la libera fruizione da parte della comunità cittadina”. In buona sostanza, l’atteggiamento che i gestori del parcheggio hanno ripreso ad assumere oltre ad essere un vero e proprio abuso rende la volontà della Commissione semplici parole al vento, ignorate platealmente. Nelle mie precedenti comunicazioni trasmesse al Prefetto Cardellicchio sul “caso Zuretti” – continua Mainiero –  avevo abbondantemente e dettagliatamente evidenziato le inadempienze contrattuali in capo ai gestori del parcheggio, che sempre la Commissione di fatto aveva condiviso, invitando la ditta a rispettare i propri impegni, innanzitutto relativamente ai lavori di riqualificazione dell’area espressamente previsti dal bando di gara e la cui proposta – all’interno dell’offerta tecnica presentata – si è rivelata determinante per l’affidamento da parte di Ataf SpA. Ad oggi, però, rimarca Mainiero – nessun lavoro è ancora cominciato e, come si diceva, sono addirittura tornati i comportamenti incivili e privi di legittimità che avevano portato nei mesi scorsi anche a tensioni di ordine pubblico nella piazza. Direi che ce n’è abbastanza per chiudere questa vicenda. E per farlo immediatamente. Mi aspetto quindi che la Commissione, finalmente, “batta un colpo”. E ai comunicati stampa faccia seguire i fatti. Non è più possibile tollerare la violazione delle norme urbanistiche, rendendo carta straccia sia i diritti dei cittadini sia le determinazioni della Commissione Straordinaria”. (foto profilo Facebook La società Civile)

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio