Attualità

Ottobre Dauno, torna l’attesa Fiera di Foggia: tra gli organizzatori anche il Foggia Social Club

Foggia – Inizierà questa mattina e sarà un appuntamento diverso ma ugualmente denso e interessante quello dell’Ottobre Dauno 2020, la tradizionale Fiera di Foggia che quest’anno si terrà dal 9 all’11 ottobre.

Durante queste tre giornate, dalle 9.00 alle 21.00 all’interno del Nuovo Padiglione (di fronte il Palazzo dei Congressi) del Quartiere Fieristico di Foggia, numerosi eventi e appuntamenti si susseguiranno.

L’edizione numero 42 dell’ormai storico evento d’autunno si svolgerà in un contesto logicamente condizionato dall’emergenza sanitaria legata al diffondersi del Coronavirus. Verranno quindi rigorosamente osservate le disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, emanate in base alle indicazioni dell’Istituto Superiore della Sanità.

Non ci saranno, quindi, i canonici stand commerciali ma l’intera programmazione è volta a sottolineare la necessità di coinvolgere l’intera società nell’affrontare le sfide per una crescita sostenibile. I riflettori saranno puntati sui vari aspetti e le tematiche dell’aggregazione sociale e della solidarietà e, all’interno del coordinamento del Social expo, ruolo di primo piano è affidato alla regia organizzativa dell’Associazione Foggia Social Club.

Non mancherà il tradizionale appuntamento con il Salone della Filatelia e della Numismatica, atteso da migliaia di appassionati di Foggia e dell’Italia tutta. Tema di quest’anno è Il Centenario della squadra locale di calcio. Il foglietto erinnofilo è dedicato infatti allo storico evento dei Cento anni del Foggia 1920 / 2020. Sarà presente con uno stand dedicato anche Il Calcio Foggia 1920 che da pochi giorni è tornato ad essere presente in una serie professionistica. A coordinare ed organizzare l’intero evento sono quindi:

Il Circolo Filatelico Numismatico Dauno, che da decenni svolge un’incessante attività di organizzazione di incontri, scambi e convegni sul tema del collezionismo e delle pubblicazioni.

L’Associazione Foggia Social Club, coorganizzatore dell’evento, l’Associazione Era, l’Associazione Il Cuore Foggia con altre associazioni del territorio saranno presenti nei padiglioni della 42ma edizione dell’Ottobre Dauno, con una serie di iniziative di animazione e di sensibilizzazione ai temi del sociale e della solidarietà.

L’associazione Esportiamo Foggia  realtà che aggrega molte associazioni sportive di ogni disciplina.

FOGLIETTO ERINNOFILO N.40 DELL’IPZS PER IL 42° SALONE DELLA FILATELIA E NUMISMATICA DI FOGGIA

Il 40° foglietto erinnofilo del Salone della filatelia, della  numismatica e del collezionismo di Foggia celebra quest’anno  il Centenario della nascita della squadra di calcio della città di Foggia.

Cento anni di immense emozioni che vedono l’inizio di questa leggendaria storia di amore iniziata il 12 maggio del 1920, in seguito alla fusione della “Maciste” con la Unione Sportiva Pro Foggia e l’Unione Sportiva Atleta, che poi portò alla nascita dello Sporting Club Foggia e successivamente  all’Unione Sportiva Foggia, fino al Foggia calcio e al Calcio Foggia 1920 dei giorni nostri.

Una storia  gloriosa quella rossonera, scritta  a più mani da diversi interpreti quali: Don Mimì Rosa Rosa, Antonio Fesce,  Pasquale Casillo e Lucio Fares ma anche dai vari Oronzo Pugliese, Tommaso Maestrelli, Caramanno, Tarcisio Burgnich, Marino, Zeman, De Zerbi e Stroppa. Tutti personaggi legati da un immaginario fil rouge fatto di tanta ricchezza umana, professionale e rara passione.

I protagonisti del Foggia toccano l’apice del successo nel 1961, con la storica vittoria sull’Inter del Mago Herrera, con il grande bomber Vittorio Nocera e con l’entusiasmo di una città e della Capitanata tutta che vive da sempre “di pane e pallone”, come amava dire il compianto giornalista Gianni Cicolella. Storici momenti si vivono anche con i fratelli Sarti, De Brita, Gianni Pirazzini con la fascia di capitano tatuata addosso, Rinaldi (la Roccia del Gargano), Patino, Colla, Majoli, Valadè, Saltutti, Peppino Pavone che inaugura Zemanlandia, il calcio spettacolo targato Zdeněk Zeman e il famoso tridente delle meraviglie, Rambaudi, Baiano e Signori. Infine i grandi calciatori russi Shalimov e Kolyvanov, Roy il tulipano nero, Chamot, Giovannino Stroppa, prima calciatore e poi artefice in panchina del ritorno dei satanelli in Serie B, senza dimenticare Franco Mancini e Paolo List, sempre nel cuore dei tifosi rossoneri.

Insomma una storia fantastica piena di gioie e di amarezze legate ai fallimenti societari ma ricca del calore e della presenza costante nel tempo di un grande popolo di tifosi che amano questa squadra in modo eccezionale rappresentando il vero dodicesimo uomo in campo ovunque e con tifosi in ogni parte del mondo che meravigliano da sempre e commuovono per l’attaccamento ai colori rossoneri come poche città in Italia.  

Il foglietto erinnofilo dell’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato, bullinato dall’incisore bozzettista dott.ssa Maria Carmela Perrini, è in linea con il tema del Salone e riproduce lo storico stadio Pino Zaccheria e nella parte perforata il nuovo logo del centenario, il dodicesimo uomo in campo, e la maglia storica.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock