Cronaca

Operazione "Pinocchio": smantellato traffico di stupefacenti tra il Molise e la provincia di Foggia

Maxi operazione antidroga che ha coinvolto più di 150 agenti tra il Molise e la provincia di Foggia. Si tratta dell’operazione “Pinocchio” portata a termine questa mattina dalla Squadra Mobile di Campobasso.

Il blitz portato a termine all’alba di questa mattina dalla Squadra Mobile ha condotto all’arresto di sei persone: tra queste M. A. (detto “Pinocchio”), M. M. (detta Giusy), F. R. (di Foggia) e un casertano (Bencivenga).

Stando infatti alla ricostruzione degli inquirenti pare che “Pinocchio”, quando si muoveva per i suoi loschi traffici tra il Molise e la Capitanata, portava con sé anche il figlio di appena due anni.

Inoltre, tra i 250 consumatori identificati, è stato scoperto che alcuni acquistavano la droga con i soldi del reddito di cittadinanza, facendoseli cambiare con le card da commercianti del luogo consenzienti.

La città di Campobasso come Scampia: vedette e un vero e proprio market della droga dove si pesava, confezionava e consumava ogni tipo di sostanza. “Pinocchio” e i suoi venivano a Foggia per rifornire il loro “bazar” della droga.

Su ‘Il Quotidiano del Molise’ si legge che “Durante conferenza stampa il procuratore Nicola D’Angelo ha chiesto un minuto di raccoglimento per i poliziotti deceduti in servizio durante gli ultimi fatti di cronaca e ha poi ricordato di come l’operazione “Pinocchio” è stata portata a termine esattamente un anno dopo quella denominata “Lungomare” (all’epoca furono 22 le misure cautelari).

“La Procura, in un anno, ha chiesto e ottenuto 60 misure cautelari ma malgrado ciò l’attività di spaccio non è diminuita. Anzi, la domanda da parte dei consumatori è in netta crescita”, ha riferito il procuratore.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock