Attualità

Mercato dell’auto in leggero calo ad ottobre

I dati appena pubblicati dall’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri – UNRAE mostrano che le vendite di auto nuove nel mese di ottobre risultano sostanzialmente invariate rispetto ad un anno fa, mentre frena il mercato dell’usato.

Per i prossimi mesi lo spettro di un nuovo lockdown in alcune regioni di grande importanza economica come Lombardia e Piemonte potrebbe spingere sempre più automobilisti verso l’acquisto dell’auto online mentre gli operatori del settore reclamano l’intervento del governo con nuovi incentivi per scongiurare un nuovo crollo.

Dopo gli ottimi segnali di ripresa del mese di settembre (+9,5%), ad ottobre le immatricolazioni di auto nuove hanno fatto registrare 158.250 unità e sono rimaste sugli stessi livelli dell’anno scorso con una leggerissima flessione generale (-0,18%) che non aiuta a recuperare il grande buco generato nel primo semestre del 2020.

Da inizio anno il calo del mercato dell’auto supera infatti il 30% ed i nuovi provvedimenti del governo che limiteranno gli esercizi commerciali e gli spostamenti delle persone in diverse regioni d’Italia, con la creazione di zone rosse, fanno sì che le previsioni per le prossime settimane siano nuovamente buie.

L’onda lunga degli incentivi governativi promossi ad agosto ha portato ad un aumento degli acquisti di automobili da parte dei privati, che ad ottobre sono aumentati del +11,4% raggiungendo una quota di mercato del 67,8%. Ma proprio il programma di incentivi ha già esauriti i fondi per la fascia più appetitosa, quella delle emissioni comprese tra 91 e 110 g/km, e anche nelle altre fasce i fondi rimasti a disposizione sono ormai pochissimi, per cui costruttori e concessionari si auspicano che il governo possa intervenire nuovamente ed in maniera più consistente lanciando nuovi incentivi.

In quanto all’alimentazione, continua il calo delle vetture benzina (-31,5%) e diesel (-14,6%) mentre prosegue la forte ascesa di ibride (+231,1%), elettriche (+205,1%) ed ibride plug-in (+330,3%). La quota di mercato complessiva di queste alimentazioni green ad ottobre è stata del 28,8% rispetto all’8,5% di un anno fa. Una vera e propria rivoluzione che ha messo le ali anche grazie all’Ecobonus.

Per quanto riguarda i gruppi, buoni numeri per FCA (+12,5%) e Mercedes (+11%) mentre rimane stabile il gruppo BMW che ad ottobre ha fatto registrare 7.174 immatricolazioni ed un leggero aumento dello 0,28% rispetto ad un anno fa.

Tra le auto più vendute si conferma al primo posto la Fiat Panda con 15.094 immatricolazioni, seguita da altre city-car come Lancia Ypsilon (4.719 unità), Citroen C3 (4.714 unità) e la Opel Corsa che chiude la top 10 di ottobre con 3.298 immatricolazioni.

Di fronte alla possibile chiusura dei concessionari per limitare la diffusione della seconda ondata di Covid-19 l’unica via d’uscita per il mercato dell’auto e per gli automobilisti sembra essere rappresentata dall’e-commerce. Da inizio anno le vendite di auto online presso concessionari specializzati come Autoo.it sono aumentate in maniera considerevole.

Consapevoli che il mondo sta cambiando i consumatori italiani ormai si rivolgono ad internet anche per gli acquisti più tradizionali come quello dell’auto e le piattaforme online si propongono come interlocutori affidabili, esperti e capaci di fornire servizi personalizzati che includono il finanziamento, la gestione delle pratiche di passaggio di proprietà fino alla consegna del veicolo a domicilio.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock