Categorie: Cronaca

Manfredonia, l’inquinamento del mare avanza: tutta colpa degli scarichi fognari

Marasco: "Siamo preoccupati per la salute del mare"

Manfredonia – Il Golfo di Manfredonia, durante la stagione estiva, oltre a subire l’impatto ambientale del posizionamento delle cabine che cancellano gran parte della ristrettissima spiaggia castello, ha il serio problema dell’inquinamento del mare dovuto a scarichi fognari e alle relative carenti misure di prevenzione.

“Da parte degli organi competenti e da alcuni abitanti che continuano a scaricare le “acque nere” in maniera impropria verso il mare e contro se stessi. A seguito di quanto accaduto in questa settimana di luglio relativamente all’inquinamento del mare di Manfredonia, riportiamo alcune considerazioni in merito corredate da immagini fotografiche senza voler entrare in polemica con le discordanti opinioni emerse ampiamente riportate sulla stampa. Quanti come noi amano Manfredonia si preoccupano della salute del mare”, scrive Giuseppe Marasco.

E aggiunge: “Noi viviamo in lungo ed in largo il Golfo per tutti i dodici mesi dell’anno. La evidente fuoriuscita delle acque sporche dal collettore di acque piovane che è diventato anche scarico fognario di questa settimana si ripete da molti anni, adesso in occasione di due tempeste avvenute in una settimana. Abbiamo più volte denunciato tale precarietà delle condizioni igienico sanitarie del mare del Golfo di Manfredonia che fortunatamente può contare sulle frequenti correnti multi direzionali che agiscono con determinazione spazzando via ogni detrito inquinante e ristabilendo la cristallinità del mare pulito nel giro di alcuni giornio.

Al fine anche di poter suscitare il “senso di colpa” in una società sensibile ai problemi della natura ecologica, poniamo i seguenti interrogativi: Come mai la fuoriuscita di liquido nel golfo di Manfredonia avviene principalmente quando: 1. Piove; 2. Le numerose case di villeggiatura di Manfredonia e Siponto Lido e dintorni vengono riabitate; 3. Le pompe di sollevamento delle “acque” non funzionano. 4. Perché il Torrente Candelaro dove confluiscono e scaricano circa 30 comuni, depuratori non funzionanti (tranne una minima parte), aziende zootecniche e agricole vanno a fine tutto alla foce nel nostro Golfo di Manfredonia Siponto Lido; 5. Il Commissario Prefettizio del Comune ha interessato l’A.R.P.A. Puglia per le analisi previste per legge dopo gli eventi di ieri? Aspettiamo delle risposte serie e concrete a difesa dell’ambiente tutela del nostro territorio e del mare”.

Share
Pubblicato da
redazione