Politica

Mainiero insiste: Episcopo è già decaduta

Giuseppe Mainiero non fa nessun passo indietro circa la convinzione che Maria Aida Episcopo sia decaduta dalla carica di Sindaca per non aver cessato le funzioni di Dirigente scolastico provinciale ( una volta si chiamava provveditore agli studi) entro l’elezione a prima cittadina del capoluogo. “Episcopo – ha spiegato in conferenza stampa questa mattina – doveva cessare le sue funzioni da provveditora agli studi con termine perentorio per rimuovere le cause di incompatibilità con la carica di Sindaca. E, non avendolo fatto, sarebbe già decaduta”. La querelle sarà risolta dal Tribunale, cui Mainiero si è rivolto formalmente.

Subito dopo la conferenza stampa Mainiero ha pubblicato un post sul suo profilo social. “Quando si mette a repentaglio il Governo di una Città, il suo Consiglio Comunale si sacrifica il futuro di una Comunità per interessi personali. Questo ha fatto la Episcopo. Ognuno si assumi la responsabilità dei propri atti, e della propria cifra morale. Se per garantirsi una pensione più alta si gioca con le leggi che non si conoscono e si incappa nelle cause di decadenza la colpa è solo sua, ma a pagare sarà la Città ahimè. Io di mestiere nella mia vita non ho mai fatto lo struzzo e non ho mai messo la testa sotto la sabbia per garantirmi qualche privilegio. Con l’atto trasmesso oggi al Prefetto Maurizio Valiante di fatto ho decretato anche la mia decadenza da Consigliere Comunale”.

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio