Attualità

Lucera, due nuove persone contagiate. Tutolo: “Purtroppo mi aspetto altri casi”

“A Lucera abbiamo due nuovi contagi, siamo quindi a dieci casi, di cui due non erano residenti a Lucera”, annuncia oggi una diretta Facebook Antonio Tutolo, sindaco di Lucera.

E aggiunge: “Uno di questi casi è un operatore sanitario che non lavora a Lucera e ringrazio per il alvoro che fa, come tutti gli altri sanitari, sono loro i soggetti più a rischio.

Mi aspetto diversi altri casi, ecco perchè insisto nell’osservare assolutamente i suggerimenti che ci vengono dati”.

E riferendosi ad un anziano paziente di 95 anni della Rsa di Troia originario di Lucera purtroppo deceduto, Tutolo con voce chiaramente commossa e riferendosi ai famigliari dice: “Mi dispiace davvero tanto che non abbiate potuto salutarlo.

Faremo una grande cerimonia per ricordare tutte le persone che hanno perso la vita in questo periodo. Tutta la città si stringerà intorno al vostro amato congiunto per dare il saluto che merita, insieme a tutti gli altri”.

E ancora riferendosi ai due nuovi contagiati: “Queste due nuove persone contagiate non sono anziane, sono di mezza età, hanno più o meno la mia età.

Non versano in condizioni gravi, hanno sintomi come febbre e tosse ma non hanno bisogno di interventi importanti”.

Sul trasferimento dei pazienti della Rsa di Troia a Lucera il sindaco lucerino afferma: “Sono stati trasferiti a Lucera i pazienti negativi. Mi è dispiaciuto vedere delle speculazioni politiche e disinformazioni.

Molti hanno detto che il sindaco sapeva e ha taciuto. Io non sapevo nulla. Il sindaco non deve essere informato dalla direzione generale dell’ospedale se devono portare delle persone.

Il sindaco, ripeto, non sapeva nulla e quando lo ha saputo non ha fatto nulla perchè noi non c’entriamo nulla. Mi sembra pazzesco che si possa pensare prima che Lucera doveva essere un presidio Covid, quindi dove ci dovevano essere quelli positivi al virus, e poi invece lamentarsi di quelli che non sono stati positivi al tampone e che sono stati portati qui.

L’Ospedale di Lucera non è un dopolavoro ferroviario o un circolo ricreativo degli anziani, se non possono fare assistenza a quelli che possono essere i nostri nonni o i nostri zii mi chiedo quale sia la ratio di questi ragionamenti”.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock