Cultura e territorio

La festa della pentolaccia

l veglione della Pentolaccia, la cui prima edizione si svolse a Foggia nel lontano 1928; è nel 1930 che invece ebbe il suo culmine con un ottimo successo di esecuzione ed organizzazione.
L’attraente e vario programma riscosse gli applausi del pubblico, si procedette alla premiazione delle migliori mascherine, mentre tra i quattro gruppi della tarantella dei Tony, delle Pierottes e delle Giapponessine furono estratti a sorte quattro premi che per la fortuna furono assegnate rispettivamente alla bambina Anna Mele, al vispo Giuseppe Lo Piano, al piccolo Antonio Fornari, ed alla simpaticissima giapponesina Lucia Conte. La commissione composta dalla signora del Prefetto, donna Gaetanella Benigni, dalla signorina Maria Carone e dal segretario Federale che assegnò i premi alle migliori mascherine.
Furono in tutto tre le graziose feste, organizzate dal Comitato Provinciale dell’O pera Nazionale Balilla, fu anche rivolto un vivo compiacimento alla, signorina Amelia Rabbaglietti e alle solerti collaboratrici Catalano M. Assunta e le signorine Bernardini M. Teresa, Mascia Anna, Del Conte Grazia e Di Ianni Ester che fecero del loro meglio per la perfetta riuscita delle feste, ed un forte elogio andava fatto all’impeccabile orchestrina diretta dai maestri Renzulli Mario e Tucci Saverio.
Dopo il completo successo dei veglioncini, l’attivo Comitato Provinciale dell’O.N.B. sempre con la Collaborazione della signorina Amelia Rabbaglietti organizzò una bellissima recita il 12 aprile 1930 in occasione della festa del pane.
A cura di Ettore Braglia

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock