Cultura e territorio

Il Pane di Altamura “Forte” conquista l’America

Altamura – Puglia e Stati Uniti, mai stati così vicini. Un legame solido a unire i due Paesi in uno scambio di tradizioni e di valori culturali attraverso un prodotto emblema Dop della terra appula: il Pane di Altamura “Forte” della Oropan.

Oropan Spa è la prima azienda produttrice di prodotti da forno del Sud Italia a essere stata scelta dalla Fondazione NIAF (National Italian American Foundation) quale fornitore ufficiale del Gran Galà svoltosi di recente a Washington. L’esperienza della società altamurana in America, illustrata ieri nel corso di una conferenza stampa, introduce un importante bagaglio conoscitivo fatto di conferme e verifiche dall’esito positivo sul gradimento e sull’attrattività della proposta Oropan e dei prodotti Made in Italy, con la garanzia e la supervisione del fondatore, Vito Forte, che oggi si dice piacevolmente incredulo dell’accoglienza a stelle e strisce e della diffusione del buon pane di una volta, il suo, in tutto il mondo.

Oropan ha entusiasmato il mercato internazionale, dopo aver incentrato il core business in tutta Italia. La capacità di proporre, ogni giorno, prodotti di elevata qualità gustativa, sempre in equilibrio con esigenze di tipo nutrizionale e salutistico, ha portato il Pane di Altamura D.O.P fatto con lievito madre di esclusiva proprietà di Oropan dal 1956, una lenta e lunga lievitazione naturale, con crosta spessa e dorata e mollica giallo oro e sfornato nello stabilimento altamurano di Oropan a conquistare gli Stati Uniti, e in particolare i 1500 invitati al Gran Galà,  i delegati dei rappresentanti della Casa Bianca e tutti i personaggi illustri del mondo politico, culturale, imprenditoriale americano e italiano accorsi per l’occasione.

Una forma caratteristica di Pane di Altamura Dop della Oropan, dalle dimensioni di una volta, è stata offerta anche all’ambasciatore italiano negli Stati Uniti, Armando Varricchio, nel corso di un cocktail organizzato nella sede dell’Ambasciata. Lo stesso pane della Oropan è stato protagonista di un’altra cena organizzata dal NIAF il 12 ottobre, interamente dedicata alla Puglia: la chef americana di fama internazionale, Lidia Bastianich, si è dilettata nell’elaborazione di piatti preparati coi prodotti tipici dell’enogastronomia pugliese.

Una storia di rituali e tradizioni, quella di Oropan, che viene da lontano e che nasce dal coraggio e dall’intuito imprenditoriale dell’allora giovane garzone Vito Forte che, sin da giovanissimo, lavorava nel forno medievale più antico di Altamura. A 19 anni, il signor Forte rilevò quel forno e ne fece un’azienda artigianale dalla quale – con impegno, ricerca, innovazione e sviluppo – è nata un’industria che oggi produce 600 quintali di pane al giorno, occupa 135 dipendenti, fattura 25.000.000 di euro all’anno ed è leader nel settore della panificazione italiana con una struttura moderna e tecnologie avanzate.

«Un sogno – raccontato con emozione da Lucia Forte (Direttore Marketing e Finanza di Oropan Spa) – quello di rappresentare l’azienda fondata da mio padre Vito in America, che resta il sogno di tutti gli italiani e degli imprenditori nostrani che puntano a diffondere il Made in Italy e l’enogastronomia italiana oltreoceano. Quando, da ragazzina, mettevo i primi passi nell’azienda di famiglia, mi chiedevo se mai un giorno sarebbe accaduto. Quel sogno si è avverato, ed è motivo di grande soddisfazione». Per Vincenzo Ragone (Export Manager di Oropan Spa) il segmento americano, dopo quello tedesco e francese, rappresenta oggi un mercato assai interessante da penetrare per poter portare la Puglia in tavola ogni giorno.

 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock